"Del mio primo derby, ricordo la scaletta. Dagli spogliatoi al campo. Era incredibile, non sembrava nemmeno San Siro. Era tutto un altro stadio rispetto alle altre partite, era uno stadio diverso, sarà stato per le coreografie, per la tensione, ma era il vero San Siro. Mi ricordo Gigi Simoni e lo saluto con affetto, ma sono portato per indole e carattere a ricordare più le sensazioni che gli episodi specifici”. Questo l'amarcord raccontato a Alberto Zaccheroni a derbyderbyderby.it, lui ha avuto l'onore di vivere la stracittadina milanese su entrambe le panchine. 

Nel 2004, quando guidava l'Inter, la sua squadra subì una rimonta storica da 0-2 a 3-2: "Quella partita me la ricordo bene. Anzi, non lo dimenticherò mai. Eravamo partiti bene e ci sentivamo il derby ormai in pugno. Eravamo sul 2-0 per noi, poi Adriano fallì il 3-0 con Dida che era ormai seduto per terra, battuto. Il Milan fu bravo a reagire, ma segnò con 3 tiri da lontano. Facemmo degli errori incredibili. Tre tiri da lontano non fermati. Loro ci hanno creduto, ma gli errori sono stati tutti nostri, hanno vinto 3-2 e noi non abbiamo saputo prendere nessuno dei loro palloni più pericolosi”.

VIDEO - DE VRIJ NON SALTA UN SELFIE, TUTTI PER L'OLANDESE AD APPIANO

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Ven 20 Settembre 2019 alle 14:09
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print