Frizioni tra Federico Chiesa e la Fiorentina, tra permanenza forzata, aumento mancato e quel "non me la sento di giocare" pronunciato a Verona. Lo scrive la Gazzetta dello Sport, che poi spiega anche lo scenario possibile per il futuro del talento viola: "L’Inter potrebbe avere subito bisogno di un Chiesa disposto a sacrificarsi nel ruolo di esterno a tutta fascia caro a Conte, ma la società nerazzurra è in grado di mettere sul piatto tra due mesi un’offerta (tra contanti e giocatori) da 70 milioni? Tutto verrà rimandato a giugno - si legge -. La Fiorentina ascolterebbe anche eventuali offerte provenienti dalle grandi d’Europa, mettendo la Juve in ultima fila. Rocco ha detto che non vuole un secondo caso Robi Baggio. Ma la famiglia Chiesa - a proposito, babbo Enrico ha smesso di seguire le partite al Franchi - può liberarsi dalla vecchia promessa alla dirigenza bianconera? Magari deciderà di fare un passo indietro e di affidare il figlio a un procuratore di gran moda. Commisso arriverà domani a Firenze per presentare il progetto del nuovo centro sportivo. Poi parlerà con Montella (saldo almeno fino a Natale) e con la squadra. Se Chiesa ha qualcosa da dire al presidente, potrebbe essere l’occasione. La Fiorentina non farà prigioniero il ragazzo, ma ognuno dovrà prendersi la responsabilità delle sue scelte".

Sezione: Rassegna / Data: Mar 26 novembre 2019 alle 09:13 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print