"Buon giorno redazione, oggi che pena , pena e pena . 3 domande , vorrei sapere da Spalletti come fa a cambiare sempre la difesa , specialmente in certe partite cosi importanti !!!!! Poi chi ha voluto dar via Karamoh per Keita ? Da fargli i complimenti !!! E il Toro , quando gioca , e' meno forte di Keita Balde????????".

Mauro

 

"Egregia Redazione, contravvengo a quanto ripromessomi dopo la sconfitta dell'Inter alla prima giornata di campionato contro il Sassuolo, ovvero che non Vi avrei più scritto prima del termine del campionato. Oggi però, appena conclusasi l'indecente partita giocata (?) dalla Beneamata in quel di Bergamo, sento l'impellente bisogno di esternare le seguenti poche considerazioni. Non tanto perché si è perso contro lo squadrone orobico, in quanto ci può stare di uscire sconfitti come consuetudine (è ormai assodato infatti da anni come i nerazzurri milanesi se la facciano nel pannolone tutte le volte che incrociano i pari colori bergamaschi...) di fronte a cotanti campioni, quanto per formulare una domanda che mi arrovella da settimane ovvero: “chi sono i Nazgul”? Dopo aver provato oggi solo nausea a guardare la sterilità della mia squadra, pochi giorni dopo averla vista essere presa letteralmente a pallonate ed irrisa dai blaugrana catalani per 180 minuti, mi domando se devo considerarmi io un “Nazgul” oppure se lo deve fare chi decanta regolarmente, incondizionatamente e supinamente la squadra noiosa ed inguardabile che un menestrello toscano, bravo a raccontarla a modo suo con maestria dialettica tutte le volte che si pone davanti ai microfoni, ci propina da due anni a questa parte. Chiedo quindi a quelli che pontificano dall'alto, agli autoproclamatisi garanti dell'ortodossia nerazzurra che bacchettano regolarmente gli infedeli apostrofandoli come fautori di sventura, se questa squadra a loro piace così tanto! Chiedo a loro, bravi a tessere lodi incondizionate per chi ad oggi, dopo aver vinto la bellezza di meno di una decina di partite senza portare a casa un accidenti di nulla dopo anni e anni di vacche magre, se non sia giunto il momento di domandarsi senza piaggeria se i famigerati “Nazgul” sono quelli come me che non sono più propensi a concedere fiducia e credito a chi regolarmente si squaglia ogni anno prima di Natale oppure coloro che, con il loro fare “da zerbini” verso l'inetta dirigenza nerazzurra, si esaltano per il nulla beatificando una manica di mediocri calciatori superpagati ma bravi solo a lanciare proclami salvo poi a comportarsi da coniglietti impauriti ogni anno sul più bello! La risposta, sono certo, la leggerò in qualche prossimo editoriale, magari dopo che i nostri eroi avranno “spezzato le reni al Frosinone”! E ribadisco il concetto di fondo: una squadra seria e forte può anche perdere con l'Atalanta (guarda caso alla Juve non capita mai...) ma perde tirando fuori gli attributi e non presentandosi come una scolaresca in gita come fatto oggi dall'Inter...e dopo tutto il blaterare mediatico dei dirigenti, del tecnico e dei soliti giocatori bravi soprattutto a parole! Per adesso riprendo il mio silenzio stampa, ma poiché amo e proseguirò ad amare i miei colori non meno di quanto i lacché dello “state tranquilli perché siamo una squadra fortissimi” continuerò a togliermi questi sassolini sino a quando i cinesi non avranno mantenuto fede alle loro, sino ad oggi, vacue promesse allestendo finalmente una formazione degna del nostro blasone (oltre che guidata da un allenatore serio nei fatti e non bravo solo a parole...) e non zimbello, come da troppi anni, delle altrui tifoserie!".

Paolo

 

"Dopo il disastroso risultato di oggi, dovuto unicamente alla assurda gestione e ai cervellotici cambi di Spalletti che si ostina a non far giocare Lautaro con Icardi spero che non ci siano più i peana verso questo allenatore. La nazionale argentina gioca con due punte, Icardi e Lautaro, l'Inter di Spalletti NO! Spalletti è la versione abbrozata di Mazzarri!".

Renzo

 

"Lo so è facile parlare male del allenatore quando si perde e il sapore della sconfitta questa volta è più difficile da digerire, sia per la portata delle reti subite sia per il fatto che è arrivata in un momento che nessuno si aspettava. Premesso che la storia ci ha insegnato che Bergamo è sempre stato un campo ostile e l' Atalanta che dopo questa domenica tornerà ad essere squadra provinciale non il Barcellona che ci ha dominato, rimane una squadra molto diversa da quella degli ultimi campionati , ma allenata da una grandissima m... animata da un sentimento di Vendetta, già dalla scorsa settimana aveva caricato a mille i suoi , i quali in campo non si sono smentiti . Detto ciò senza nulla togliere agli orobici che già a fine primo tempo se vincevano con 4 goal di scarto nessuno poteva obiettare, lasciatemi solo la malizia di pensare che il campo sia stato volutamente poco coperto per appesantirlo dalle piogge e rendere difficile il match. Espediente utilizzato spesso e volentieri come ieri sera a Marassi, concesso questo mezzo alibi alla squadra dalla partita di oggi abbiamo capito che Spalletti ha sbagliato formazione e cambi, sottovalutando alla grande la vendetta del GOBBO Gasperini. La compagine neroazzurra già nel primo tempo aveva regalato campo, palle e gioco ai bergamaschi e alla fine nel INSUFFICIENZA GENERALE spiccano D' Ambrosio responsabile di due delle reti incassate, ci mette il cuore ma non basta da troppo tempo in bambola . Gagliardini può indovinare la partita con il Genoa può giocare contro il Frosinone o il Chievo niente di più , non poteva e non doveva essere questa la partita per dare la conferma. Che dire di Keita...quante occasioni sta avendo rispetto a Lautaro, e puntualmente quello che dovrebbe dare l' imprevedibilità di giocata si dimostra sempre LEZIOSO, sempre quel tocco di palla in più e sempre persa, sempre ballerino , mai a costruire qualcosa di concreto o pericoloso, mai un assist che ha portato una rete o quantomeno una conclusione in porta....se degli altri non ne scrivo o commento e perché fanno parte di quella INSUFFICIENZA GENERALE. Di quelli invece sopra descritti compreso Miranda ne dovrebbe rispondere Spalletti visto che hai lasciato in panchina Nainggolan, De Vrij, Vrsaljco. Spiegasse come mai al ultima partita prima della sosta contro un avversario che tutti sapevamo, Te compreso Mister, ci avrebbe reso 90 minuti difficili, compatibilmente con lo stato fisico ti si chiedeva che Nainggolan, De Vrij, Vrsaljco, facessero un ulteriore sacrificio. Tanto se il Ninja arrancava nei primi 45 minuti allora potevi inserire Borja Valero, in difesa avremmo avuto qualche garanzia in più e poi anche se togli a Perisic che in questo periodo attraversa un anonimato evidente e inserisci Lautaro insieme ad Icardi riassaporiamo qualcosa simile ai minuti finali della gara contro i blaugrana. Mi dici Caro Spalletti cosa sarebbe successo. Lo so che pecco di superbia e presunzione , ma rimangono sostantivi con i quali credo molti TIFOSI INTERISTI ti chiedono di fregiarti perché aiutano a costruire alla lunga un gruppo FORTE e VINCENTE. Ora la sosta per ricaricare le energie mentali e fisiche, stesso mantra ripetuto alla prima sosta dopo la sconfitta casalinga contro il Parma, ma aggiungerei che sia anche l' ULTIMA SCONFITTA perché neanche la più brutta e demotivata delle Rubentus avrebbe perso e fatta una figura così. AMALAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA".

Nicola

 

" Gent.ma Redazione Pensavo, anzi speravo che non avrei dovuto piu’ scrivere su questo blog, ma dopo questa sconfitta amara, anzi amarissima della mia amatissima, sento il bisogno di esternare tutta la mia rabbia. Chi si ricorda, specialmente gli amici di Toronto, io ho sempre ritenuto Spalletti inadeguato a guidare l’Inter, ma dato che sono un tifoso interista tutto d’un pezzo, pensavo che le sconfitte in casa con il Sassuolo e il Parma e il pareggio con il Torino dopo essere stati in vantaggio per 2 a 0, fossero incidenti dovuti al cambio della rosa. Poi sono venuti alcuni risultati positivi , ma di gioco solo lampi, l’unica buona partita, l’abbiamo fatta e vinta contro la Lazio a Roma. Vero che abbiamo fatto tanti punti, ma mai abbiamo convinto ! L’Atalanta ci ha dato una lezione di calcio, molto di piu’ del mitico Barcellona. In settimana, alcuni soci dell’Inter Club di Saracena, ai quali va tutta la mia stima e solidarieta’, erano andati alla Pinetina implorando il tecnico di utilizzare Lautaro insieme a Icardi. Ieri, il tecnico, rispondendo a qualche domanda a riguardo, rispose che “ l’Inter con Lautaro e Icardi” non poteva giocare, perche’ il modulo con Lautaro si sarebbe trasformato in un pericoloso 4 2 4. Per me l’Inter ha una rosa di giocatori con la quale puo’ benissmo giocare con I due Argentini li davanti, con un semplice 4 4 2, un 4 3-1-2 per non parlare anche di un 3 5 2. Basta saper sciegliere. Poi anche il 4 3 3 e’ andato bene, con Juan Mario, ma contro l’Atalanta il portoghese e’ ritornato in panchina. INCONCEPIBILE ! L’unica cosa con il quale mi trova d’accordo, e’ quello che ha detto oggi “ dopo questa sconfitta, bisogna stare zitti “. Sarei stato ancora molto di piu’ d’accordo con lui’ se fosse stato zitto tutto l’anno . Da Interista spero che io abbia torto e che l’Inter tornera’ a vincere, ma Spalletti non mi convince, anche se molti scrivono del miracolo Spalletti della passata stagione, che ci ha portato in Champions. No, non e’ stato Spalletti, e’ stato Walter Zenga, che ha sconfitto la Lazio, alla guida di una squadra gia’ retrocessa ! Forza Inter Sempre".

Alfredo

 

"Mamma mia che scoppola, 4a 1,e diciamoci la verità ci è andata anche bene....se l'Atalanta avesse fatto 8 gol non ci sarebbe stato nulla da dire....di chi è la colpa?....ovviamente i giocatori sono i primi responsabili di questa debacle....Non hanno avuto fame di vittorie, sono stati troppo lenti e compassati, senza quella cattiveria agonistica che imponeva il macht, ...siamo stati asfaltati dai nerazzurri bergamaschi per 90 minuti, veramente vergogno......l'altro colpevole e ' l'allenatore.... ha clamorosamente sbagliato la formazione iniziale...i 4 di difesa andavano riconfermati in blocco, la coppia centrale DeVrji Skriniar , la più forte del campionato non deve mai separarsi, soprattutto nelle trasferte delicate come quelle di Bergamo,....Miranda non da mai quella sicurezza che da l'olandese, specie nelle palle alte, e di questo ne risente parecchio Skriniar in primis....be poi D'Ambrosio è stato imbarazzante ; Vrsaljko andava inserito dall'inizio,..un tourn over che almeno in difesa non andava fatto , perché è abbastanza palese che Devrji e Vrsaljko sono piu forti di Miranda e D'Ambrosio, ma il mister Spalletti evidentemente non è di questo avviso....il centrocampo è il nostro tallone d'Achille , mancando Naingollan non abbiamo molto da offrire, forse un allenatore con più coraggio avrebbe puntato su J.Mario che aveva fatto molto bene col Genoa , ma non è una caratteristica che si addice al nostro Mister, anzi quando un rincalzo fa bene Lui la partita successiva non lo fa giocare, era successo diverse volte l'anno scorso con Karamoh quando gli preferiva Candreva ....quest'anno oltre al già citato J.Mario e capitato anche a Lautaro Martinez dopo il gol fatto contro il Cagliari e martedì scorso in Champions nei pochi minuti in cui l'argentino è stato chiamato in causa col Barcellona e che ha portato al pareggio di Icardi grazie ad una sua iniziativa.....oggi sarebbe stato sicuramente più utile di Perisic e dell 'inutile Keita, a proposito del quale mi chiedo perché è stato preferito a Karamoh che aveva fatto bene con noi e che stava cominciando ad abituarsi al nostro campionato.....infine un appunto anche verso la società e di conseguenza verso la proprietà Suning,.. l'Inter per storia e tradizione non può e non deve più accontentarsi in futuro di un piazzamento in Champions League, ma deve lottare per VINCERE le manifestazioni in cui è chiamata ha giocare......per questo mi auguro in futuro un mercato all'insegna del nostro blasone......Amala.....".

Francesco

 

"Gentile Redazione, scrivo all'indomani della scoppola rimediata dalla nostra squadra in quel di Bergamo; Lungi da me dal cadere in depressione o dal fare processi: in fondo si sapeva che era una partita ostica e che Gasperini, ogni anno ci aspetta col fucile puntato, riuscendo ad otenere prestazioni sopra la norma; Ma proprio perche' si sapeva, si doveva affrontare la partita, come dice il buon Lapo, in maniera diversa, con un piglio diverso ed una grinta diversa e farlo dopo la fatica (per un pareggio) fatta col Barcellona e con giocatori che, da qualche settimana, davano segni di stanchezza , non era il massimo. E qui comincio con la mia disamina che tocca squadra ed allenatore : 1) Perche' ci si ostina, pur cambiando diversi giocatori, a non fare un turn over completo, specie nelle partite, cosiddette, piu' abbordabili ? Perche', ad esempio, Skriniar, Brozovic, Icardi, Perisic non siedono qualche partita in panchina ? Specie Perisic che, oltre ad essere stato impiegato sempre, e' dall'inizio dell'anno che non ne azzecca una ( dov'e' finito lo scatto bruciante che stroncava gli avversari ) ??? Per quale motivo abbiamo la cosiddetta panchina lunga e non la si sfrutta a dovere ( specie dopo i segnali di ripresa di Joao Mario e Dalbert ), con Ranocchia, Dalbert Borja Valero, Joao Mario, Candreva e il mistero ( ogni anno ne abbiamo uno ) Martinez ??? 2) Per quale motivo ogni volta che soffriamo con qualcuno, dobbiamo continuare a farlo fino alla fine, e fino a prendere una imbarcata di gol (come ieri), e Spalletti non e' capace di fare delle modifiche tattiche, in corsa, per ovviare al problema (ieri e' stato un continuo affondare il coltello nel burro da parte dell'Atalanta, con la nostra squadra inerme ) ??? 3) Perche' non si prova qualche alternativa che consenta di dare man forte all'isolato Icardi e a variare gli schemi di attacco nerazzurri, magari inserendo Candreva come trequartista, come fatto qualche volta, con discreti risultati ? Perche' per liberare dall'apatia lo stesso Candreva e Perisic , e dare loro piu' imprevedibilita', non si invertono di fascia, facendo in modo che, rientrando sul loro piede preferito, possano liberare, piu' frequentemente, il tiro, anziche' proporre il solito cross ??? Domande da sottoporre ai diretti interessati; Io mi limito a farmele. Amala".

Santi

 

"Gentile Redazione vi seguo sempre con passione ...quella passione che mi fa quotidiniamente vivere di neroazzurro! Sono abbonato interista da prima che nascessi! Vorrei fare alcune considerazioni con voi augurandomi che queste valutazioni diventino spunti tecnici tramite internews...anche di riflessione per spalletti. 1. L'arrivo di Lautaro quest'estate ha spiazzato Spalletti...avendolo a disposizione quotidianamente.. ha notato le sue potenzialità enormi ed è stato "costretto" a metterlo in formazione ma con il suo ...solito 4231....risultato...affanno a centrocampo squadra spaccata. 2. E' ritornato al passato...solo cliscè dello scorso anno solito 4231 senza Lautaro....ha ripreso a fare punti. Ma gioco...zero. 3. Di fatto abbiamo la stessa squadra impostata nel girone di andata dello scorso anno prima dell'arrivo di Rafhina e dell'inserimento di Cancelo in prima squadra. E' evidente come manchi a centrocampo gente capace di stoppare e far ripartire la squadra. Penso che per gli uomini a disposizione ora Spalletti debba un attimo rivedere i suoi dogmi dell'unica punta e dei due laterali d'attacco del suo 4231... Penso che un 352 - per uomini in difesa a disposione Miranda Skriniar de Vrij - per un centrocampo piu equilibrato in difesa e piu avvolgente in fase d'attaco Vrsaljko Brozo Naingolan Vecino Asamoah - per un attacco dove Icardi è da sempre solo...ha necessità di un uomo a fianco ...Lautaro! sia provvidenziale ! Anche alla luce di un evidente stato di depressione di Perisic...! e di un Politano bravino tecnicamente ma un laterale ibrido...è una mezzala!...inquadra a giocare da laterale e dove la fase difensiva...non ce l'ha! Sopratutto non possiamo permetterci di avere un aspirante campione....e relegarlo in panchina...demotivarlo...deprimerlo...e rischiare di fargli fare la finte di Coutinho... Mi auguro di leggervi con la vostra opionione su questo argomento. Sperando che Spalletti veda quello che noi allo stadio notiamo tutte le domeniche! Miranda Skriniar de Vrij Vrsaljko Brozo Naingolan Vecino Asamoah Icardi Lautaro GRAZIE A VOI TUTTI! FORZA INTER ORA E SEMPRE !".

Federico

VIDEO - ACCADDE OGGI - CRESPO RE DI AMSTERDAM: DOPPIETTA VINCENTE IN CASA AJAX (2002)

Sezione: Visti da Voi / Data: Lun 12 Novembre 2018 alle 19:59
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print