Dopo l'attacco di ieri all'Inter, il Corriere dello Sport corregge il tiro e, sull'argomento Sebastiano Esposito, spiega: "Esposito nelle prossime settimane avrà la sua chance. Forse un paio, magari dal 1’. Perché Conte sa bene che, con 7 partite in 21 giorni, 3 soli attaccanti in rosa non possono bastare - si legge -. Senza Sanchez, c’è il rischio di andare incontro a nuovi infortuni e di arrivare con l’acqua alla gola alle gare chiave per il futuro. La parola d’ordine e far crescere il ragazzo lontano dalla luce dei riflettori e sotto questo aspetto Conte, che è stato calciatore e che nella sua carriera ha aiutato diversi talenti a “sbocciare” (un esempio per tutti: Paul Pogba), è considerato una garanzia. Ieri Esposito si è allenato alla Pinetina e così sarà anche nelle prossime settimane visto che il suo biglietto per il Brasile è stato “rimborsato” e non si unirà alla formazione di Nunziata. Il Mondiale Under 17 non si gioca in una data Fifa e l’Inter, che comunque a questa manifestazione ha dato 5 azzurri più Agoumé, non era obbligata a mandare il ragazzo in azzurro. Lo stesso ha fatto il Barcellona che non ha concesso Ansu Fati alla Spagna. Due stelle in meno. Restando in Italia un comportamento simile (ma non uguale) era stato tenuto in occasione dei Mondiali Under 20 dal Pescara con Bettella (era stato mandato dopo i play off di B) e dall’Empoli con Dimarco (era arrivato al termine della corsa salvezza). Esposito è legato alla maglia azzurra: il Mondiale lo avrebbe giocato volentieri, ma la sua è stata una rinuncia dolorosa fino a un certo punto perché sa che a breve avrà l’opportunità di esordire in A".

VIDEO - SOMBRERO E TIRO AL VOLO, LAUTARO CERCA IL SUPERGOL CONTRO L'ECUADOR

Sezione: Rassegna / Data: Ven 18 Ottobre 2019 alle 08:46 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print