L'arbitro designato per il derby di Milano è Marco Guida. Una direzione di gara lucida e sicura da parte del fischietto di Pompei, che nei frame dubbi si affida - giustamente e con efficacia - alla sala Var. Sarà un silent-check, infatti, a confermargli la decisione del rigore su Politano per fallo di Castillejo. L'arbitro si affida direttamente al video per cambiare il colore del cartellino da dare a Conti nel finale. Unico neo: il fuorigioco di Piatek nell'azione che porta al gol di Musacchio.

14' - Primo giallo del match. Calhanoglu se ne va palla al piede sulla sinistra, Brozovic va in scivolata nel momento in cui il turco sposta il pallone. intervento sulla gamba del rossonero. Cartellino che ci può stare.

32' - Si pareggia il conto dei gialli. Rodriguez interviene in maniera dura su Politano: l'entrata del terzino svizzero è sulle gambe del 16 nerazzurro, a palla lontana. Ammonizione più che giusta.

39' - Calhanoglu ferma il disimpegno di Perisic con un tocco di mano volontario,  sarebbe potuto valere un giallo. Non è di questo avviso Guida.

45' - Guida assegna una punizione interessante da posizione defilata al Milan. Il fallo concesso di Vecino su Rodriguez, però, lascia più che qualche dubbio: i due si 'agganciano', ma il nerazzurro non sembra colpevole di un particolare intervento sullo svizzero. Sugli sviluppi del piazzato, comunque, il Milan non concretizza.

50' - Corner dalla sinistra, Rodriguez anticipa come può il proprio uomo. Donnarumma prova ad evitare l'angolo, ma non ce la fa secondo l'assistente Carbone. Una lettura corretta - rivedendo i replay - quella del guardalinee. Proprio da questo tiro dalla bandierina scaturisce il secondo gol nerazzurro.

53' - Proteste dell'Inter. Sulla punizione dalla sinistra battuta da Politano, in area di rigore Kessié colpisce il pallone di testa, prima che gli caramboli sul braccio. Un tocco che fa inveire qualche giocatore nerazzurro, ma Guida lascia correre.

66' - Rigore per l'Inter. Politano riceve sulla destra, converge verso il centro e viene fermato da Castillejo. Lo spagnolo aggancia il nerazzurro, che finisce a terra proprio nel movimento in allontanamento dalla porta. Dal replay sembra essere il giocatore in rossonero a cercare il contatto con Politano, che riceve il colpo. Guida live indica il dischetto, decisione che verrà avallata dalla sala Var tramite il silent-check. Nell'occasione, ammonito anche Romagnoli per proteste.

71' - Gol del Milan. Musacchio mette in porta dopo la respinta di Handanovic, con De Vrij a terra. L'olanedese viene anche soccorso dallo staff medico nerazzurro, ma Guida si affida ancora al silent-check, che conferma la regolarità della rete rossonera. Nessun contatto tra i due difensori. Lascia invece più di qualche dubbio la posizione di Piatek: è per anticipare il bomber polacco che D'Ambrosio tocca il pallone, poi deviato da Handanovic ed infine messo in porta da Musacchio. La terna arbitrale sembra non ravvedere la posizione di offside del 19 in rossonero.

79' - Giallo netto a Vecino, che interviene in ritardo con un pestone su Conti. Guida lascia correre, e poi estrae il cartellino.

80' - Giallo anche a Suso per proteste: lo spagnolo non risparmia qualche parola contro Guida dopo un fallo in attacco fischiatogli.

88' - Guida prima dà e poi toglie un rosso a Conti. Lautaro Martinez prova a costruire il contropiede, alza il pallone e viene fermato da un intervento piuttosto deciso del 12 rossonero, che lo colpisce con il piede attaccato al suolo, mentre l'altro rimane però alto. Guida prima espelle il terzino di Gattuso, poi viene richiamato a rivedere il frame al Var, ed in effetti cambia la propria decisione. Una lettura corretta: nonostante la veemenza nell'entrata, Conti colpisce Lautaro in maniera meno dura di quanto sarebbe potuta sembrare in presa diretta, anche se siamo al limite. Non è d'accordo Spalletti, che dopo le vive proteste viene allontanato dal terreno di gioco.

93' - Giallo a Gagliardini per un fallo tattico.

VIDEO - TRAMONTANA IMPAZZISCE: IL DERBY E' NERAZZURRO

Sezione: Moviola / Data: Dom 17 Marzo 2019 alle 23:50
Autore: Federico Rana / Twitter: @FedericoRana1
Vedi letture
Print