A una settimana dalla gara d'andata del Marakàna, dove il Milan ha rimediato un 2-2, pari che i ragazzi di Dejan Stankovic hanno agguantato sul finale, l'allenatore della Stella Rossa, Dejan Stankovic torna a San Siro per la prima volta da allenatore, con l'obiettivo la qualificazione agli ottavi di Europa League. L'ex interista si è presentato ai microfoni di Sky Sport, dove ha ritrovato l'ex compagno di avventura Esteban Cambiasso, con il quale al Meazza - come ha ammesso - ha trascorso tanti momenti importanti della sua carriera da calciatore. "Ritorno a San Siro? Bellissimo. La vita è bella per questo. Se qualcuno mi diceva l’anno scorso che sarei venuto a San Siro a giocare una partita ufficiale non ci avrei creduto… È un sogno che si avvera. Con il vostro ospite, mio fratello Cuchu abbiamo fatto tantissime partite importanti a San Siro e domani è un’altra gara importante per me".

Sogno che diventa realtà, ma domani ve la giocate a viso aperto?
"Siamo stati premiati per il coraggio perché siamo scesi in campo contro un grande Milan che gioca per lo scudetto, con una rosa incredibile e giocatori che fanno la differenza in ogni campionato. Noi siamo stati coraggiosi e Dio alla fine ti premia, perché anche in dieci eravamo organizzati, tosti, uno contro uno e alla fine è arrivato un calcio d'angolo che ci ha premiati. Arrivo qui con speranza, sono realista: partiamo sfavoriti ma finché c’è speranza, siamo in gioco".

Sono molto felice per te che torni a San Siro contro il Milan e non con l'Inter...
"Per adesso va bene così.  È un piacere sentirti - risponde Deki all'amico ed ex compagno Cambiasso -. Grazie per i complimenti. Sì, si affronta il Milan, che io considero una big e una delle top 10 in Europa in questo momento. Non sarà facile per i miei ragazzi, gli ho detto di godersi San Siro ma di restare concentrati perché finché c’è questo potremo stare in gioco". 

Sezione: Focus / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 20:27
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print