Ancora un estratto della lunga chiacchierata di Julio Cesar con i colleghi di Inter Tv, con i quali la leggenda interista spiega i punti forte che hanno portato l'Inter al titolo di Campione d'Italia.

C’è stata una partita della svolta?
"Dico che per vincere uno scudetto ogni partita è importante perché ovviamente ci sono quelle famose partite di sei punti diciamo, però dico che uno scudetto si vince pure quando si gioca con squadre considerate piccole. Quelle sono gare importanti perché nelle gare contro Juve o Milan può accadere di tutto, è con le più piccole che non puoi lasciare punti indietro e penso che l’Inter quest’anno è stata brava a mantenere questa regolarità. Per diventare campioni d’Italia il lavoro importante è quello: essere concentrati al massimo livello ad ogni partita. Penso sia stato questo il lavoro principale di questa squadra". 

C’è un giocatore che ti ha colpito particolarmente?
"Penso che la coppia d’attacco Lautaro-Lukaku sia stata importantissima. Hanno dato il punto finale a tutto il lavoro che si inizia da dietro. Però c’è uno particolare, il biondino che gioca in mezzo: Barella. Questo ragazzo mi piace tanto con la sua semplicità, regolarità. È uno tosto". 

VIDEO - ANCHE SACCHI ATTACCA LA JUVE: "DEVONO SMETTERLA!"

Sezione: Focus / Data: Lun 17 maggio 2021 alle 19:55
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print