Intervistato dall'emittente ghanese Joy Sports, Alfred Duncan, centrocampista del Sassuolo, è tornato sul suo passato all'Inter. Spiegando di non avere particolari rimpianti per il fatto di non avere mai avuto una concreta chance coi nerazzurri: "Non mi sono mai sentito ferito da questa cosa, perché è diventato una motivazione per me. A volte non hai la possibilità di fare ciò che desideri, sono delle scelte: ogni allenatore e ogni club fanno le proprie e cercano di formare una squadra in modo diverso. E la maggior parte delle squadre non vuole giocare con i giocatori più giovani cresciuti nei loro vivai, preferiscono andare a puntare su gente già pronta e di esperienza. Io ho avuto la sfortuna di capitare in una squadra che disponeva di tutte le risorse per acquistare qualsiasi giocatore essi desideravano, quindi non vedevano l'ora che mi sviluppassi e quindi mi hanno dato in prestito. Sono rimasto con l'Inter, sei mesi nella prima squadra, e poi sono stato prestato al Livorno in Serie B; quella è stata la mia prima esperienza".

E a proposito dell'esperienza coi toscani, Duncan aggiunge: "Sono andato lì con rabbia, perché dopo aver giocato nelle giovanili nerazzurri, ho sentito di essere arrivato a un punto della mia carriera in cui avevo qualcosa da dare, ma non mi è stata data la possibilità di farlo. A Livorno sono stato in grado di dimostrare a tutti che ero pronto e che avrei potuto fare qualcosa".

VIDEO - DE VRIJ NON SALTA UN SELFIE, TUTTI PER L'OLANDESE AD APPIANO

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Ven 20 Settembre 2019 alle 18:38
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print