"Gentilissima Redazione, come dice spesso il bravissimo Michele Borrelli la nostra comunicazione con voi non dovrebbe mai essere figlia di uno sfogo, ma questa volta non resisto ;-) Normalmente ho sempre difeso Arrigo Sacchi anche perchè a ragione su tutto quello che riguarda il movimento calcistico italiano, ma alla seconda volta che dice fesserie sull'Inter qualcuno lo dovrebbe bacchettare. Lui ripete: "Che l’Inter è un enigma. Ma nessuna meraviglia, piuttosto mi meraviglio di chi non se l’aspettava. Sono sette-otto anni che è la regina dell’estate, ma non riesce mai ad avere continuità. Spalletti dovrà lavorare molto, sul campo ma anche nella testa dei giocatori. Vedremo come verrà gestita poi la Champions". Ma è rimasto fermo nel tempo? Sette-otto anni Inter regina del mercato???? Sta facendo confusione con il periodo anni 90-2000 in cui compravamo tutti e vincevamo niente. Negli ultimi setti anni sul mercato è stata una sofferenza assurda... Deve avercela a morte con l'Inter?? Per favore, dedicategli un editoriale come si meriterebbe... Bitte! Saluti da Norimberga Amala sempre".

Fabrizio

 

"Luciano Spalletti un'ammenda di 10 mila euro a diffida per aver, "al termine della gara, avvicinandosi al Direttore di gara, proferito espressioni gravemente offensive nei confronti del medesimo". Solo un'ammonizione con diffida per Walter Mazzarri, allontanato dal campo per essere entrato platealmente sul terreno di gioco nel corso di Torino-Roma. Come al solito due pesi e due misure, qualcuno sta già pilotando il campionato, dopo quanto accaduto domenica sera l'Arbitro Mariani dovrebbe andare a nascondersi, addirittuta peggio di Orsato il che è tutto dire e per finire il VAR l'anno scorso non protestava nessuno contro le decisioni del VAR, quindi tutto bene quest'anno è stato depotenziato, centra per caso la Juve avversa da sempre al VAR? Meditate gente meditate. Grazie a tutta la Redazione e saluti".

Domenico

 

"A quasi una settimana dallo scandalo (ebbene mai potrei adoperare un termine maggiormente qualificante), ho paura. Ho paura di rivivere ancora lo stesso incubo. E si badi bene, in questo contesto la parola "incubo" prescinde dal risultato e quindi dalle vittorie, dalle sconfitte o dai pareggi. La parola "incubo" descrive bene la sensazione di un tifoso che non si sente più tutelato, come invece accadeva l'anno scorso. Non che fosse tutto perfetto, ma non mi ricordo mai di aver provato una sensazione così antipatica per dirla come il nostro caro ex presidente Moratti. Forse dovrei tornare indietro al famoso episodio tra Iuliano e Ronaldo per rivivere quel senso di impotenza e di frustrazione. Continuavo a chiedermi "perché non va a rivederlo?", "perché l'arbitro VAR non lo informa?", "come fa ad essere così sicuro non solo nell'episodio del rigore ma anche su quelli francamente dubbi prima su Icardi e poi su Asamoah?". Dobbiamo ringraziare coloro che quest'anno ci hanno onorato di un nuovo protocollo VAR. Ebbene sarei estremamente curioso di conoscere gli obiettivi ed i presunti benefici/beneficiari di tale assurdità. Ai tifosi importa che gli episodi vengano esaminati nel giusto e nella correttezza reciproca. Ebbene questo nuovo protocollo VAR dovrebbe ridurre gli errori arbitrali? Iniziamo bene mi verrebbe da dire. E siamo solo alla prima giornata. Non oso immaginare cosa sarebbe potuto accadere se la partita fosse stata giocata magari a fine stagione con obiettivi concreti ancora da raggiungere. Dovrebbe andare a beneficio dell'arbitro? In cosa mi verrebbe da chiedere, se non aiutare i mal pensanti a prendersela con lui in caso di errori macroscopici come quelli visti, commentati ed ammessi dalla stessa categoria arbitrale domenica (vedasi commenti di Casarin). Dovrebbe andare a beneficio delle dinamiche di giorno, rendendo la partita più fluida, con meno interruzioni a tutto vantaggio dello "spettacolo"? Non è questo ciò che i tifosi vogliono. Non lo vogliono i tifosi dell'Inter (che peraltro hanno già pagato amaramente in tal senso), quelli della Juve, quelli della Roma, del Napoli e di tutte le squadre iscritte al Campionato di Serie A. Avevamo trovato un equilibrio, scellerati e ignoranti coloro hanno avuto il coraggio di distruggere tutto. Qualcuno fermi questo scempio prima di ritrovarci, tra qualche mese a discutere dell'ennesimo campionato farsa".

Andrea

VIDEO - LAUTARO NON SFUGGE ALLA "REGOLA DEL FESTEGGIATO": UOVA E FARINA PER IL TORO

Sezione: Visti da Voi / Data: Ven 24 Agosto 2018 alle 21:59 / articolo letto 12851 volte
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit