"Buona sera redazione, forse Conte si e' fumato il cervello con la formazione di oggi . Non ha azzeccato neanche un cambio , Gagliardini cacciatelo via , a parte il gol che solamente un somaro come lui puo' sbagliare , ma piu' somaro chi lo fa giocare , dopo aver visto anche la scorsa partita , oggi nel secondo tempo a parte il gol non ha toccato la palla. Anche quest' anno solo delusioni , formazione imbarazzante , non si giocava contro una squadretta , il Sassuolo ultimamente ci fa sempre soffrire, e anche oggi Conte ci ha messo del suo per aiutarli. Abbiamo solo delusioni e delusioni. AMALA".

Mauro

"Purtroppo sono troppi - tanti anni - che dal Triplete in poi continuiamo a vedere la nostra Inter arrancare contro i peones di turno, le squadre mediocri, e non parliamo poi degli scontri con le compagini più blasonate. Anche Conte si sta rivelando l'ennesima chimera per il povero popolo nerazzurro, Covid o non Covid non ha rilevanza. Squadra contro il Sassuolo senza scuse, senza garra e senza huevos, per stare in tema linguistico spagnolo. E mi pare che la campagna acquisti l'abbia orchestrata il nuovo allenatore, che guadagna cifre iperboliche e spropositate per farci (noi "tifosi") bestemmiare e imprecare in ogni occasione importante come turcomanni, esattamente come hanno fatto i suoi predecessori che si sono succeduti dopo il Vate Mourinho. Saluti".

Stefano

"Vergognoso....semplicemente vergognoso....altro che partita della vita, molti di questi pseudo calciatori non sono degni della maglia nerazzurra,....come puo Gagliardini che guadagna mln di euro sbagliare il gol del 3 a 1 che avrebbe chiuso la partita a 1 metro dalla porta con il portiere a terra ? ...VERGOGNOSO.....dopo il 3 a2 di B.Valero ho pensato " è fatta,abbiamo vinto ",....poi Candreva si presenta solo davanti il portiere e gli tira addosso sbagliando il 4 a 2 , così come era avvenuto a Napoli in coppa Italia dove sbaglio ' il 2 a 0 e subito dopo ci fu il pareggio di Mertens, anche oggi subiamo il pareggio a un minuto dalla fine...Vergognoso.....vergognoso è che una squadra come l'Inter non sia concentrata in difesa fino al 95 esimo, non è ammissibile.....e lasciatemelo dire anche Conte oggi ha sbagliato, perché cambiare Biraghi che stava facendo forse la sua miglior partita della stagione con Young?...bastava far entrare Barella per quell 'ectoplasma di Gagliardini e ti portavi i 3 punti a casa .....lo scudetto é gia andato, lo vincerà la Juventus, noi ?... .sarà meglio guardarci alle spalle e cercare di salvare il quarto posto,.. si , perché l'Atalanta ci scavalchera' a breve ..... hai nostri 3 scienziati ( Marotta, Ausilio e Baccin) vorrei dire che bisogna fare un buon mercato, ed avere un organico completo e all'altezza in tutti i reparti se si vuole veramente vincere e non partecipare.....AMALA .....".

Francesco

"Salve. Sarà il caso di cambiare allenatore con un altro che sia in grado di dare un gioco più aggressivo (nienti 7 miliardi di passaggini fra la difesa con inutile supremazia-possesso palla nella nostra metà campo!) e far capire ai giocatori che il gioco va sviluppato a senso unico "dalla nostra porta verso quella avversaria"! Conte sarà bravissimo anzi, lo è ma... - forse NON è adatto all'Inter?... - forse NON ha i giocatori giusti per la sua filosofia di gioco?... - forse "punta troppo" sulla fisicità a scapito della fantasia?... - forse "limita" troppo i compiti dei giocatori privandone libertà di gioco?... - forse dovrebbe anche insegnare calcio ed insegnare il posizionamento?... - forse dovrebbe pretendere passaggi oltre e non solo di 3 metri !?!?!... - forse ... forse ... forse... ci sarebbero centinaia di "forse" che potrebbero andare bene però, se dobbiamo pagare un allenatore oltre i 10milioni di €uro - come si dice e legge - ed avere i medesimi risultati di un allenatore di 3° fascia, allora tanto vale assumerne uno così : ci mangeremo il fegato come avviene tutt'ora ma, almeno risparmieremmo. Conclusione : NON ce l'ho con l'allenatore (credo sia migliore di quello che sin qui ha ottenuto), mi sembra strano che avendo degli ottimi giocatori dobbiamo prendere "lezioni" di calcio com'è avvenuto nel I° tempo di Inter-Sassuolo. Non è/era mia intenzione fare "il professorino-saccente" quindi, perdonate lo sfogo. Comunque, sempre e solo INTER. Cordialmente".

Iliano

"Il 2-0 patito a Torino contro la Juventus, prima che i recenti accadimenti bloccassero tutto, aveva, e di parecchio, incrinato il rapporto tra l'Inter e il possibile tricolore; il rocambolesco 3-3 contro il Sassuolo, che ha messo a nudo un'Inter sufficiente e troppo fragile in difesa, dopo il sofferto 2-1 alla Sampdoria, ha, invece, scritto la parola fine. Dopo la Coppa Italia anche lo Scudetto, per colpa di una squadra incapace di "ammazzare" partite che aveva già in pugno, è così andato. Il consiglio, adesso, è quello di concentrarsi soltanto sull'Europa League perché una squadra ambiziosa che, come tutte le grandi, fa del palmares il suo dna, non può concludere l'ennesima stagione senza conquistare almeno un trofeo. Se così non fosse il primo anno di Conte all'Inter, pur essendo stato contrassegnato da una netta inversione di tendenza rispetto al recente passato, non potrà che essere da 5 in pagella. E' anche vero che Herrera e Trapattoni, tanto per citare due tra i più grandi che si sono seduti sulla panca dell'Inter, non hanno nemmeno loro vinto subito. Nel caso in cui anche Conte dovesse emularli si spera, almeno, che sia di buon auspicio per i trionfi futuri di un allenatore chiamato ad arricchire la prestigiosa sala dei trofei di Porta Nuova... AMALA...!!!".

Francesco

"Julio Cesar Maicon Lucio Samuel Chivu Zanetti Cambiasso Pandev Sneijder Milito Eto': basta leggere la formazione del triplete qui sopra per capire che da allora, una volta sostituiti tutti questi campioni, non son bastati non so quanti allenatori, non so quanti giocatori, per lo più scarsi fatti passare per bravi, e trovarsi a fine stagione ad esultare, al massimo alla qualificazione CL (grazie però ai quattro posti certi) alla ultima giornata. Conte è poi un allenatore integralista, con una idea fissa di calcio e di giocatori al suo contesto di gioco. Preferisce entrare nei dettagli dei suoi schemi perché sa che questo migliora i giocatori scarsi ma ormai questo calcio di grinta, corsa, muscoli non porta risultati di rilievo. Ci sarebbe l'Atalanta ad esempio di un Inter completa ai dettami di Conte ma lì c'è una attitudine al gioco di prima, al rischio del dai e vai fra più giocatori, il sapere di avere una via di uscita di riserva dal pressing avversario, il tutto senza aver una rosa strapagata come quella dell'Inter. Vedremo se daranno, Zhang e Marotta, a Conte i 100 € per sedersi al tavolo di un ristorante di quel prezzo e soprattutto se i piatti ordinati piaceranno oppure salterà, come già successo, il banco".

Fredrik

"Conte ha fallito. Ha voluto "normalizzare" l'Inter e non ci è riuscito. Che differenza quindi con Spalletti? Nessuna. Si arriverà nei primi 4, ma a 2/3 di campionato nessuna lotta per il campionato. Ieri non ho visto la partita ma solo il riepilogo delle immagini salienti (odio le parole inglesi "highlights") e mi hanno fatto specie le esultanze dopo i goal. Sembrava di vedere una partita di precampionato. Mi sembra che la cattiveria agonistica, l'idea di "sottomettere" l'avversario, l'avere più fame dell'avversario, il correre più dell'avversario siano rimasti nei pensieri del Mister. Poi vogliamo dirla tutta. Quando vedo Dzeko giocare e che non è stato acquistato per 20 milioni divento pazzo. I cambi dell' Atalanta in attacco sono stati Ilicic e Muriel e noi invece non possiamo mai cambiare due attaccanti perchè non li abbiamo. Perchè deve giocare ancora Ranocchia? Perchè ancora Gagliardini? Perchè Zanetti poteva giocare tutte le partite e Barella non può? Si dice sempre che l'asse centrale è fondamentale e tu giochi con Ranocchia e Gagliardini? Penso che l'errore principale del Mister sia stato quello di cercare di far vedere al mondo che lui sarebbe riuscito a far giocare bene l'Inter. Mai più pazza Inter. Perchè? La storia dell'Inter è sempre stata questa. Quando si vinceva era solo perchè atleticamente, fisicamente e tecnicamente si era superiori non per la coralità del gioco. Chi sono i giocatori che rimangono nella memoria del tifoso interista? Nicolino Berti, Simeone, Zanetti, Zamorano e via discorrendo. Cioè gli uomini che davano l'anima in campo. Bergkamp, Scifo, Seedorf, Pirlo, quasi odiati. Ridatemi la pazza Inter dove si gioca male, ma si ha un'anima e più voglia di vincere dell'avversario. Il goal che forse rappresenta l'Inter è quello contro la Reggina: lancio di Materazzi dalla propria area e goal di Vieri nell'area opposta. Un passaggio un goal. Adesso si segue la moda e dobbiamo far toccar la palla al portiere altrimenti non si è belli. AMALA PAZZA INTER AMALA".

Massimo

"Gent.ma Redazione, dopo l’eliminazione dalla Champions League e dalla Coppa Italia, la nostra Inter, con il pareggio di ieri sera contro il modesto Sassuolo, è ormai tagliata fuori dalla corsa per lo scudetto! Ma come si può competere con giocatori come Ranocchia, Young (35enne), Gagliardini, Vecino, Moses, Borja Valero (ormai tramontato), Brozovic (che, nei momenti di difficoltà, anziché prendere per mano la squadra, eclissa e si nasconde), Sanchez (soggetto ad infortuni)? Puntualmente, emergono i soliti difetti, come la mancanza di qualità e di personalità nella mediana (sic!), anche se la prolungata assenza di Sensi sta pesando molto e penalizzando sia nella costruzione del gioco che nella fase realizzativa. Pertanto, il solo Tonali, grandissimo regista classico che sa costruire gioco e dettare i tempi della manovra come pochi nel nostro campionato, non può bastare, anzi c’è assolutamente bisogno di un altro interno come Allan, molto utile nella fase difensiva e di interdizione, e di un centrocampista completo di caratura internazionale, dotato di tecnica sopraffina, un trascinatore, devastante negli inserimenti offensivi, preciso nei lanci e nel mandare a rete i compagni d’attacco, dotato di capacità balistiche e di vena realizzativa, insomma un campionissimo come Lothar Matthaus! Inoltre, siano integrati e migliorati sia il reparto difensivo, dove mancano il portiere del futuro (Meret) e terzini fluidificanti in grado di svolgere egregiamente entrambe le fasi di difesa e d’attacco (sarebbe indispensabile almeno uno come Andreas Brehme!), che il reparto offensivo con attaccanti già pronti ed in grado di far rifiatare Lautaro Martinez e Lukaku. La proprietà cinese ed il direttore Marotta devono necessariamente rinnovare e migliorare l’organico con una poderosa campagna di rafforzamento, acquistando giocatori che siano veramente all’altezza dell’Inter! Quindi, non solo giovani di prospettiva, soprattutto italiani, ma anche campioni affermati (come ad esempio Eden Hazard, Tolisso, Thomas Müller, Isco, ecc.), però non usurati né sul viale del tramonto né ultratrentenni. Ma perché la dirigenza non pesca più nel campionato tedesco che, pure, in passato ha dato alla nostra Inter grandissimi campioni (Rumenigge, Matthaus, Brehme e Klinsmann)?".

Michele

VIDEO - TRAVERSA A PORTA VUOTA DI GAGLIARDINI, TRAMONTANA IMPAZZISCE IN STUDIO

Sezione: Visti da Voi / Data: Gio 25 giugno 2020 alle 20:02
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print