HANDANOVIC 6 - Il capitano trascorre una serata tranquilla, perché al di là di qualche presa alta e di una paratina suLjubicic i compagni negano l'invasione austriaca nel suo quartier generale.

CEDRIC 6 - Meglio nel primo tempo, quando si offre spesso e volentieri in appoggio alla manovra salendo con i tempi giusti. Bravo anche nello stretto, anche se difensivamente Ivan e Bolingoli-Mbombo gli rendono la vita complicata.

RANOCCHIA 6,5 - Giusto partire dal bellissimo gol che fissa il 2-0 ed è un regalo per il recente compleanno oltre che un premio alla sua professionalità nei confronti della maglia. Sfiora persino la doppietta. Con lui in attacco Icardi può continuare a prendersela comoda. Gli si può anche perdonare qualche marachella dietro.

SKRINIAR 7 - Un errore all'inizio non da lui che potenzialmente fa venire i brividi, poi ritrova il filo della concentrazione e non lascia più passare uno spillo. Granitico nell'azione più insidiosa del Rapid, quando mette ogni arto consentito dal regolamento a difesa della porta di Handanovic. Ovazione al momento dell'uscita. DAL 77' MIRANDA SV.

ASAMOAH 6 - Ammonizione ingenua in avvio che lo frena negli interventi. Accompagna puntualmente la spinta di Perisic e offre le solite garanzie tattiche. Peccato che ogni tanto dia per scontata qualche giocata che in realtà non dovrebbe esserlo.

VECINO 6,5 - Puntuale il rimorchio che lo porta a convertire in rete il blitz di Perisic, vista la libertà concessagli si prende il lusso di lanciare anche a 50 metri. Buon lavoro di cucitura a centrocampo, soprattutto nella ripresa quando limita le scorribande.

BROZOVIC 7 - Direttore d'orchestra con licenza di ripulire i palloni. Con Perisic c'è autentica telepatia, ma non nega un lancio a nessuno che si muova in profondità. Difficile lasciarlo in panchina anche in serate comfort come queste. Esce tra gli applausi convinti dei suoi estimatori. DAL 61' BORJA VALERO 6 - Normale amministrazione per il professore in una fase della partita che privilegia gli individualismi.

CANDREVA 6 - Riesce a non segnare un gol già fatto e deve ringraziare Vecino che rimette il suo peccatuccio. Sembra difficile, ma al 40' riesce a fare ancora peggio da pochi passi. Il brusio del pubblico quando sbaglia è la colonna sonora della sua serata un po' in chiaroscuro, lui reagisce con carattere e un paio di giocate apprezzabili.

NAINGGOLAN 6 - Altri preziosi minuti nelle gambe e una condizione fisica sempre più in crescita, che gli garantisce anche la lucidità necessaria in quellaa zona del rettangolo di gioco. Bello il tocco che ispira al tramonto della partita la rete di Politano. Può e deve fare meglio, ma i segnali sono incoraggianti.

PERISIC 7,5 - Primo tempo deluxe, ispira il vantaggio nerazzurro e terrorizza Potzmann in quello spicchio di campo. Sta bene, ha una voglia matta di dimostrare quanto sia imprescindibile per questa Inter. Ed è sotto gli occhi di tutti. Il bel gol nel finale e l'assist a Politano sono l'autografo alla sua prestazione da applausi.

MARTINEZ 6 - Vorrebbe trovare ancora il gol e lo cerca testardamente, anche di testa alla faccia di una statura non certo da corazziere. Bene in appoggio, alimenta e indirizza con intelligenza la manovra offensiva senza perdere neanche un tempo di gioco. Lotta e sbaglia, ma non si isola mai. DAL 66' POLITANO 6,5 - Trova il tempo di imprimere il suo marchio in una serata che lo vedeva ai margini. Bella girata a valorizzare la giocata Nainggolan-Perisic nello stretto.

ALL. SPALLETTI 6,5 - Riesce a rendere tranquilla una serata che sulla carta doveva esserlo, pur con il rischio sgambetto tipico della storia nerazzurra. Ripagata la fiducia in Ranocchia, centellina Brozovic e Lautaro e porta a casa una meritata qualificazione, nonché la quarta vittoria consecutiva. Nel pieno del caos Icardi, ottiene risposte dal suo gruppo.


RAPID VIENNA: Strebinger 5,5, Potzmann 5,5, Sonnleitner 6, Hofmann 5,5, Bolingoli-Mbombo 6 (dal 75' Schobersberger sv), Ljubicic 6, Grahovac 5,5, Murg 5,5, Knasmüllner 5,5 (dal 64' Schwab 6), Ivan 6 (dal 64' Muldur), Pavlovic 6. All. Kühbauer 5,5


ARBITRO: SOARES DIAS 6 - Difficile sbagliare una partita del genere, anche se il portoghese fa infuriare Perisic per un fischio inopportuno. Porta a casa la pagnotta senza troppi patemi, distribuendo con equilibrio i cartellini.
ASSISTENTI: Rui Tavares 6 – Paulo Soares 6

VIDEO - ALLENAMENTO AD APPIANO: GRANDE SCAMBIO AEREO PERISIC-ASAMOAH E I PROBLEMI IN PALLEGGIO DI SPALLETTI

Sezione: Pagelle / Data: Gio 21 Febbraio 2019 alle 22:49
Autore: Fabio Costantino / Twitter: @F79rc
Vedi letture
Print