Recuperato in extremis per la trasferta di Milano, dove domani il Real Madrid si troverà faccia a faccia con l'Inter nella quarta giornata del girone B di Champions, Casemiro parla così delle ambizioni europee dei blancos: "Sappiamo che il nostro è un gruppo difficile - ammette a Uefa.com -. Lo Shakhtar ha giocatori brasiliani di alta qualità. Il Borussia ha fatto molto bene in Germania; e l'Inter è una grande squadra, con una forte tradizione e un allenatore che ha le idee chiare".

Proprio con i nerazzurri, i campioni di Spagna hanno trovato la loro prima vittoria continentale di questa stagione, nel match d'andata giocato a Valdebebas: "Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, ma mentalmente siamo stati molto forti e concentrati sulla vittoria. E poi Rodrygo ha segnato il gol decisivo. Il lavoro mentale e la concentrazione che abbiamo mantenuto durante la partita sono stati molto importanti. Siamo consapevoli che c'è ancora molta strada da fare, ma quella vittoria è stata molto importante. Vogliamo arrivare primi, c'è ancora una possibilità e sta a noi. Abbiamo già fatto una grande partita contro l'Inter, quindi non possiamo che crescere in questa competizione. Siamo consapevoli che c'è ancora molta strada da fare, ma la vittoria contro l'Inter è stata molto importante".

A San Siro mancheranno Benzema e il totem difensivo Sergio Ramos: "Sergio è un leader nello spogliatoio e in campo. È un piacere condividere tutti questi anni con lui. Quello che sta facendo ora è scrivere il suo nome nei libri di storia del club. È un giocatore che non si arrende mai, che vuole sempre lottare e vuole sempre vincere. Spinge la squadra a fare meglio, è un leader e un modello per noi. L'altro giorno ha segnato il suo centesimo gol con il Real Madrid e dobbiamo congratularci con lui, ma per quelli di noi che sono con lui ogni giorno non è una sorpresa visto il quanto lavora. Segnare tanti gol importanti nelle difficili situazioni che abbiamo affrontato è la chiave di tutto. Questa è la sua personalità. Ha 34 anni e vuole ancora migliorare, imparare e lavorare duro ”.

Sezione: L'avversario / Data: Mar 24 novembre 2020 alle 13:15
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print