"Ricordo il grande entusiasmo di inizio stagione alla vigilia dell’esordio con l’Inter ed oggi registro da una parte della tifoseria quasi l’atmosfera di un funerale al termine di un girone che oggi ci vedrebbe virtualmente salvi, anche se veniamo da quattro sconfitte consecutive che non possono essere sottovalutate. Naturalmente, se non si può esaltare il primo aspetto, non si deve drammatizzare il secondo, ma non possiamo ignorare che il girone d’andata è un successo per una squadra reduce dal doppio salto dalla serie C alla serie A". Lo dice Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, prossimo avversario dell'Inter in campionato.

"Abbiamo dovuto fare a meno di Calderoni, Majer, Farias - osserva al Corriere dello Sport - ed inoltre Falco, Mancosu e Lapadula si sono sacrificati scendendo in campo con gli antidolorifici. L'Inter? Sulla carta, il pronostico appare proibitivo per noi, però abbiamo fermato Juventus e Milan e vinto a Torino e Firenze. Chissà, se all’Inter capitasse una giornata nera...".

Sezione: L'avversario / Data: Mer 15 gennaio 2020 alle 10:29 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print