È Roberto Donadoni il primo dei tecnici a presentarsi nella sala stampa dell’Ennio Tardini. Queste le parole del tecnico del Parma a margine del successo per 3-1 contro l'Inter: “Posso dire che sono felice per tutti i miei giocatori, per Marques che ha fatto gol, per quelli che giocano, questo credo sia l’orgoglio di un allenatore. I miei hanno solo raccolto quello che stanno facendo, sono rimasti con i piedi per terra. Oggi abbiamo fatto una prestazione di grande qualità contro un avversario importante e con grandi motivazioni. Anche nel primo tempo il Parma ha fatto una buona gara, abbiamo concesso all’Inter il gol su una ripartenza mentre facevamo la nostra partita. Ci è mancata solo un po’ di cattiveria. Nell’intervallo ci siamo parlati un po’, ci siam capiti ed è venuto fuori questo risultato. Basti vedere nella ripresa anche il gol di Giovinco, come ha sradicato quella palla a Lucio e poi segnato.  Cosa ho detto nello spogliatoio? Due o tre cosettine semplici e comprensibili, se si dice troppo si rischia di fare troppa confusione.

Hanno capito dove poter fare all’Inter. La nostra prestazione è stata impressionante, stasera non saprei a chi togliere il massimo dei voti. È un Parma che cresce, ma non dobbiamo esaltarci né demoralizzarci poi quando le cose non andranno così bene. Chiedo solo che ci sia grande equilibrio da parte di tutti anche quando ci saranno i momenti meno belli. Il derby dell’Inter più caldo adesso? No, il derby è sempre caldo. È la partita e nessuno vuol perderla. Credo che giocatori della qualità e dello spessore dell’Inter domani penseranno solamente alla gara contro il Milan e quello che è successo stasera sarà già nel dimenticatoio”.

Sezione: L'avversario / Data: Mer 02 maggio 2012 alle 23:15 / Fonte: dall'inviato all'Ennio Tardini
Autore: Daniele Alfieri
vedi letture
Print