Beppe Baresi, capitano dell'Inter che nella stagione 1988/89 conquistò lo Scudetto dei record, è stato intervistato da InterTV in occasione del film prodotto da Inter Media House a trent'anni di distanza dalla vittoria di quel campionato. Il classe '58 ha rivissuto l'intera stagione: "Eravamo una squadra costruita nel modo giusto: abbiamo preso fiducia nei nostri mezzi e in certi frangenti siamo stati travolgenti. Ogni tanto riguardo quelle partite: mi piace farlo, perché ogni volta resto colpito dalla forza che avevamo. Trapattoni era in grado di tirare fuori il massimo da ciascuno di noi: pretendeva tanto, ma era consapevole delle nostre potenzialità".

Sugli ex compagni di squadra: "Tutti, come detto, riuscivano a tirar fuori il massimo. Per fare un campionato così, dovevano esserci dei campioni che dovevano andare anche oltre le loro forze: penso a Brehme e Diaz. Poi c'era Bergomi: di lui ho sempre apprezzato la grande dedizione e voglia di lavorare. Matthaus, poi, con la sua forza riusciva a cancellare tutte le marachelle che faceva la sera prima (ride, ndr)".

VIDEO - LO SCUDETTO DEI RECORD '88/'89: LA CAVALCATA DI UNA SQUADRA STRAORDINARIA

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Mar 25 Giugno 2019 alle 21:41
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone
Vedi letture
Print