"Buonasera a tutti vi scrivo"ancora!direte voi...ebbene si"per chiedere se gentilmente fosse possibile far sapere al nostro capitano e alla squadra tutta ed entourage compreso che io l INTER la amo anche oggi anche se regolarmente chi di dovere si impegna a far diminuire questa passione con tutti i mezzi quindi riflettano un pò su quello che stanno combinando e che riescano a tramutare i fischi in applausi perchè sinceramente credo che i mezzi non gli manchino e non bisogna essere maghi per farlo ma uomini spinti dalla passione che solo il cuore può dare PS la prossima volta che scrivo vorrei farlo solo per complimentarmi non per poter apparire come una specie di "filosofo" non ne ho la capacità ne i titoli Grazie AMALA (anche se a volte sembra difficile".

Gianluca

 

"Vorrei andare un po' controcorrente. Ho visto la partita con il Bologna e non approvo il comportamento della 'Curva'". D'accordo considerarsi i custodi del verbo ''Inter'' però non credo che così si aiuti la squadra.Così come considero dannoso per la squadra e autolesionista il comportamento di molti tifosi che fischiavano continuamente anche quando alcuni giocatori sbagliavano un passaggio. Concordo con chi afferma che l'Inter ha giocato con la paura di giocare,di sbagliare,senza tranquillità.Credo che tutti in Società vedano il momento difficile. Sicuramente non è con i fischi o gli striscioni a gambe all'aria che si aiuta la squdra. Condivido al 100% il pensiero del capitano Icardi ''Se non la ami quando perde, allora non amarla quando vince".

Guido

 

"Ogni maledetta domenica...... nulla a che vedere con il film ma maledetta per noi TIFOSI del Inter obbligati ad assistere a questa farsa dove gli insulsi e ingrati che vestono i nostri COLORI, continuano a denigrare e umiliare la nostra Storia, la nostra immagine. Un 11 a rotazione che scende in campo senza avere Professionalità, senza Dignità senza essere veramente Uomini......Figli di una società che nonostante le passate stagioni fallimentari ancora niente ha imparato delle scorse esperienze , quale ad esempio la maturità necessaria per gestire i vari casi che si presentano con regolarità in stagione in corso dove pur cambiando gli interpreti non cambiano la sostanza. Sostanza che destabilizza e mina, in termini di comportamenti, episodi, ma quel che più conta sono i risultati e gli obiettivi. Si obiettivi caro Pelato, gli obiettivi esistono non te li inventi perché una Squadra viene costruita e un Allenata per questo, tanto se è la salvezza da una retrocessione tanto se vale una qualificazione Champions. "L'obiettivo è andare avanti e fare buone partite, non vincere questo o quell'altro", caro Pelato lo so che non si possono fare sempre buone partite, ma non sembra che stiamo andando avanti. I numeri parlano chiaro su 171 calci d' angolo battuti quanti goal segnati? e noi sulle ultime 2 partite di campionato abbiamo subito 2 reti proprio da calci d'angolo da 2 Squadre Misere, di cui il Bologna non vinceva in trasferta da dicembre 2017, terzo ultimo in classifica, reduce da 7 sconfitte consecutive e domenica scorsa aveva subito 4 goal da un più misero Frosinone. Nei tiri in porta siamo la settima squadra per un totale di 259, di cui 125 in porta e134 fuori. Ottava squadra in termini di goal realizzati ben 31, tempo fa scrissi in uno dei miei post che tutti siamo bravi a fare l' allenatore, gestire i cambi e altro senza però capire o conoscere la pressione e la responsabilità di allenare una Squadra come l' INTER. Mr è chiaro che non è tutta colpa sua, quest' anno la nostra rosa sono convinto che era da Secondo/Terzo posto ma lei dal input dato a Londra per accontentarsi di un pareggio, nonché con altri moduli difensivisti, la ricerca ossessiva di lanci continui dalla fascia su Icardi, ha cominciato a dare una brutta impressione alla Squadra, non da perdente sia chiaro semplicemente di uno che si accontenta. Sono frasi fatte, nulla di originale ma è così come è cosi che quegli INVERTEBRATI che senza vergogna vestono la maglia NEROAZZURRA non la seguono più e non credono in Lei, che da uomo di calcio navigato lo ha ampiamente capito. Purtroppo questa logica è sbagliata che ferisce il suo onore ma ancor di più affossa, uccide e ridicolizza la NOSTRA INTER, che diventa bersaglio non solo delle critiche giornalistiche continue che sembrano vive solo di questo, ma delle ironie sempre più pesanti e irrispettose del web, dei gruppi di WhatsApp. Ironie che Tu società hai il dovere di interrompere con i fatti, perché io sono INTERISTA da 44 anni ma come pretendi come ragioni che le attuali o nuove generazioni ti seguano se si continua su questa strada? Perché va bene la qualificazione Champions ma L'INTER ha bisogno di più, un ultimo sguardo ad Icardi dopo l'ennesima prestazione opaca e sterile merita ancora la fascia, un rinnovo ma se non la permanenza? AMALAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA".

Nicola

 

"Siamo al bivio della stagione. Andate la Champions e la Coppa Italia, lo scudetto ormai relegato nell'isola che non c'è, Europa League improponibile per ciò che fa vedere la squadra in campo, resta la difesa del terzo posto fino a quando non sarà derubricata a difesa del quarto. Bene (eufemismo), vediamo adesso se Marotta, il miglior acquisto della "campagna invernale", ha le palle (e non solo la fortuna, se non l'ha lasciata come pegno a Torino) o se invece è solo chiacchiere e distintivo. Mi spiego meglio: Nessun aumento di contratto ai giocatori, via l'allenatore, vendere il vendibile e portare a Milano solo chi ha "fame", quindi non quelli che costituiscono la crème europea del calcio . L'unica spesa accettabile per un big sarebbe solo per ...Simeone".

Carlo

 

"Cari amici tifosi, di cose negative sulla nostra Inter ne abbiamo espresse e sentite abbastanza, guardiamo una nota positiva: FINALMENTE abbiamo un DIRIGENTE, Marotta, che ci mette la faccia e parla tutti i giorni alla stampa, ai giocatori, allo staff, ai procuratori. Ci mancava dai tempi del presidente Moratti in prima persona, e credo sia un GRANDE passo avanti. La situazione non è positiva sul piano sportivo ma, almeno, la società ci mette la faccia, e non lascia l'allenatore solo come accadde per le precedenti crisi degli anni passati. Saluti".

Davide

VIDEO - MAROTTA: "FIDUCIA A SPALLETTI. CONTE? NON LO SENTO DA MESI..."

Sezione: Visti da Voi / Data: Mar 5 Febbraio 2019 alle 22:57
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture