HANDANOVIC 6 - Rinvia il crollo con almeno un paio di interventi decisivi, poi deve inchinarsi a due tiri piazzati. Non ha responsabilità particolari.

D'AMBROSIO 5,5 - Alterna buone giocate a errori grossolani, prendendosi anche qualche rischio di troppo nella propria area. Tende ad allargarsi per dare ossigeno alla manovra, ma senza spunti degni di nota. DAL 65' SKRINIAR 6 - Aggiunge muscoli e solidità alla fase difensiva.

RANOCCHIA 5,5 - Un grave errore in uscita mette Zaza a tu per tu con Handanovic. Nonostante l'assenza del più quotato Belotti, non mostra la solita sicurezza e soffre l'ex Sassuolo anche fisicamente. DAL 74' DE VRIJ 6 - Con lui in campo l'Inter imposta anche dal basso e questo fa tutta la differenza del mondo.

BASTONI 6 - Rischia in avvio perdendo di vista Zaza, poi fatica relativamente nella sua zona e alimenta la costruzione del gioco come al solito. A volte anche troppo, perché nelle ripartenze gli capita di essere fuori posizione. Più a suo agio quando si ricompone il terzetto arretrato ideale.

HAKIMI 5 - Un retropassaggio corto (ancora...) e un liscio nell'altra area da ottima posizione il bilancio del suo primo tempo. Ansaldi lo mette in crisi e davanti non ha né spazi né la personalità per crearseli. In vistoso calo, ma il guizzo finale che porta al rigore risulta decisivo.

BARELLA 6,5 - Gioca regista, mezzala, a volte trequartista ed esterno. In pratica è ovunque e, complici anche le fatiche azzurre, inevitabilmente perde lucidità in certi frangenti. Ma è l'unico in campo che non smette mai di pompare sangue nelle vene della squadra.

GAGLIARDINI 5,5 - Un brodino, anche insipido. È in campo per dare equilibrio, eppure il Torino va via troppo spesso in contropiede e lui rincorre annaspando. Nell'altra metà campo si limita al compitino. DAL 65' MARTINEZ 6,5 - Il suo ingresso manda in tilt la difesa del Torino, per quanto non abbia molti palloni giocabili. A fare la differenza sono i movimenti, poi nel finale scarta il cioccolatino offertogli da Lukaku.

VIDAL 5,5 - Gioca a sprazzi, soprattutto sulla trequarti. Però la sua qualità emerge assai di rado e sembra avere poca benzina nelle gambe soprattutto quando alza il pressing. Il fisico non sempre risponde alla sua volontà.

YOUNG 5 - Singo sembra Maicon per la vitalità e l'aggressività con cui ara la fascia destra, l'inglese lo patisce e spesso lo lascia andare. Come quando commette goffamente fallo da rigore. Un confronto atletico in cui la differenza di età si manifesta crudelmente. DAL 74' PERISIC 6 - Dietro mostra ancora limiti non da poco, però davanti getta nella mischia la giusta vitalità. Il quarto gol nasce da una sua idea.

SANCHEZ 6 - Manda in gol il Torino al termine di un primo tempo inguardabile, con palloni persi in quantità e tanta confusione una volta in possesso del pallone. Nella ripresa torna in campo trasformato: costruisce e rifinisce l'azione del 2-1, poi assiste quella del pareggio. A modo suo, assoluto protagonista. DALL'85' NAINGGOLAN SV.

LUKAKU 7 - Lento, ingolfato, la brutta copia dell'attaccante che continua a mietere record in Nazionale. Bremer lo tallona per tutto il tempo, a tratti lo batte fisicamente e approfitta di scelte non limpidissime del belga. Nella ripresa però l'orgoglio riemerge, le maglie si allentano e la rimontona porta soprattutto il suo nome.

ALL. CONTE 6 - Non ha il tempo né gli uomini per preparare bene la gara, ma anche il Toro non se la passa bene. Il suo turn over non convince e il primo tempo è il peggiore visto durante la sua gestione. Lascia troppo campo ai granata e davanti non crea nulla. Gli serve la seconda sberla per intervenire e la squadra digerisce subito i cambi offensivi, reagendo alla grandissima. Torna a vincere grazie alla panchina, evitando il roboante tonfo.


TORINO: Sirigu 5,5, Bremer 6, Nkoulou 5, Lyanco 5,5, Singo 7,5, Meité 6, Rincon 6 (dall'85' Edera sv), Linetty 5,5, Ansaldi 6, Verdi 5,5 (dal 42' Bonazzoli 5,5) Zaza 6. All. Conti 6


ARBITRO: LA PENNA 6 - Bravissimo a pescare dal vivo il fallo di mano di Zaza che si era involato in porta, sui rigori lo aiuta Abisso al Var. Una prestazione complessivamente positiva, perché non diventa mai protagonista.
Assistenti: Cecconi 5,5 - Di Vuolo 5
Var: Abisso 6,5

Sezione: Pagelle / Data: Dom 22 novembre 2020 alle 17:01
Autore: Fabio Costantino / Twitter: @F79rc
Vedi letture
Print