HANDANOVIC 6 - Il palo lo salva su Barrow, ma lui si supera nel primo tempo su Orsolini e nella ripresa su Juwara. Poi il ragazzino lo beffa con un sinistro non certo imprendibile e lo stesso Barrow gli fa tunnel col mancino. Evita il tracollo nel finale con un paio di interventi decisivi.

D'AMBROSIO 6 - La condizione cresce, e con essa la convinzione. Parte da terzo destro della linea difensiva ma quando la squadra sale diventa a tutti gli effetti fluidificante aggiunto, consentendo così a Candreva di stare più alto o di accentrarsi. Molto attento in fase di copertura su Sansone, che lo punta sempre ma con risultati alterni. Nella ripresa cala vistosamente.

DE VRIJ 6 - Sansone e Barrow non la vedono mai, soprattutto sui palloni aerei l'olandese è insuperabile. Decisamente meglio di altre recenti prestazioni, ottimo anche in fase di costruzione sotto il pressing del Bologna. In difficoltà nel finale dopo l'espulsione di Bastoni.

BASTONI 5,5 - Paradossalmente è più utile davanti che dietro, dove talvolta arriva in ritardo quando il Bologna riparte. Con grande personalità parte palla al piede dalla sua zona e porta su il baricentro mentre i compagni sono marcati. A volte troppo morbido su Orsolini, salvo quando si fa ammonire per un'ancata tardiva. Lascia i suoi in dieci per un intervento in ritardo evitabile.

CANDREVA 6,5 - Il cambio di gioco che dà il la all'azione del vantaggio è un'opera d'arte, nobilitata poi dai compagni. Al di là della solita attitudine a non farsi attrarre dalla giocata facile e da qualche imprecisione, è mentalmente presente e prezioso in fase di spinta (guadagna anche il rigore). Sa gestire bene le energie, consapevole di non avere Moses pronto a subentrargli.

GAGLIARDINI 5,5 - Equilibratore, una delle chiavi del pressing alto nerazzurro in avvio di partita. Non gli toccano compiti duri in mediana, si limita a farsi trovare dai compagni senza spingersi troppo in avanti. Corre tanto, anche per questo a tratti fatica a rientrare velocemente e gli manca lucidità nelle scelte. Inguardabile il liscio che porta al pari del Bologna. DALL'88' VECINO SV.

BROZOVIC 6 - Bentornato. L'assenza dai campi di gioco per qualche partita si fa notare, non è lucido come sempre. La corsa è sempre abbondante, lo spirito gladiatorio, la qualità meno e forse anche per questo non forza mai la giocata. Gli mancano ancora le misure giuste, arriveranno anche quelle. DALL'88' BORJA VALERO SV.

YOUNG 6 - Bullizza letteralmente il malcapitato Tomyasu con puntate offensive caparbie e tecnicamente da applausi. Splendido il cross mancino che porta al palo di Lautaro e al tap-in vincente di Lukaku. Nella metà campo del Bologna è una spina nel fianco, nella sua a volte gli manca il passo quando viene attaccato da Orsolini. DALL'85' BIRAGHI SV.

ERIKSEN 5 - Gioca sotto ritmo, qualche bella iniziativa ma tendenzialmente si nasconde. Non riesce a far valere il talento superiore alla media e alla lunga l'Inter questo lo paga, perché tatticamente cerca di assecondarne i movimenti. DAL 75' SANCHEZ 5 - Entra e perde il pallone che manda in porta il Bologna, poi spreca due palle gol enormi.

MARTINEZ 5,5 - Fa tutto bene, gioca a tutto campo, si costruisce il tiro. Ma poi il palo, il piede di Danilo e Skorupski gli negano il meritato gol. Ma quando calcia molto male il rigore che avrebbe chiuso la gara non può essere giustificato. DALL'85' ESPOSITO SV.

LUKAKU 6 - Si sbatte, aiuta in difesa, si abbassa per cercare la sponda e segna il vantaggio nerazzurro. Cerca costantemente il dialogo con i compagni. Poi nella ripresa tende a nascondersi, salvo riapparire all'improvviso.

ALL. CONTE 5 - Una partita da vincere e che andava chiusa prima finisce con una sconfitta inopinata. Se i suoi sprecano tanto, compreso un rigore, non può essere colpa sua. Ma se attende gli ultimi minuti per inserire forze fresche con alcuni dei suoi boccheggianti qualche responsabilità gli va attribuita. Anche perché è con i cambi che Mihajlovic la vince.


BOLOGNA: Skorupski 8, Tomyasu 5,5 (dal 65' Bani 6), Danilo 6,5, Denswil 6, Dijks 6, Soriano 5,5, Dominguez 6 (dall'88' Baldursson sv), Schouten 6,5, Orsolini 5,5 (dal 65' Palacio 6,5), Barrow 7, Sansone 6 (dal 65' Juwara 7). All. Mihajlovic 7


ARBITRO: PAIRETTO 5 - Parla molto con i giocatori e nel silenzio generale si sente. Si sente però anche la replica piccata di Soriano e lui, molto severamente, la prende sul personale e lo espelle. Un po' di buon senso sarebbe stato apprezzato. Giusto il rigore assegnato all'Inter e sbagliato da Lautaro, severo il secondo giallo a Bastoni.
ASSISTENTI: Fiorito 6 - De Meo 6
VAR: Di Paolo 6

Sezione: Pagelle / Data: Dom 05 luglio 2020 alle 19:12
Autore: Fabio Costantino / Twitter: @F79rc
Vedi letture
Print