Consueta beffa al Franchi di Firenze per l'Inter, ancora una volta raggiunta sul pari dai padroni di casa nei minuti di recupero. Stavolta non c'è nessun rigore scandaloso in Abisso-style, ma certamente la direzione dell'arbitro Maurizio Mariani di Aprilia non è stata favorevole ai colori nerazzurri. 

Al 7', Badelj in tackle durissimo da tergo su Lautaro: manca il giallo per il croato. Tutto regolare all'8', quando Borja Valero parte sul filo dell'offside e insacca alle spalle di Dragowski l'1-0 per la squadra di Conte. Al 27' giunge il primo cartellino del match e a farne le spese è Brozovic, che sgambetta Castrovilli: diffidato, il croato salterà il Genoa. Passano 5 minuti e anche Bastoni viene ammonito: Chiesa accentua da par suo un normale corpo a corpo e Mariani estrae il giallo. Conte inizia a spazientirsi in panchina. Al 39' l'Inter raddoppia con Lautaro, ma Lukaku – l'autore dell'assist – era partito leggermente in fuorigioco al momento della verticalizzazione di Brozovic: il Var toglie correttamente la rete del 2-0. Miracolo di Dragowski su Lukaku al 43': l'ex Empoli salva sulla linea il colpo di testa del belga. Al 46', Boateng spintona De Vrij in modo vistoso, però Mariani lascia correre e poi il ghanese chiede un rigore per presunto tocco di mano dell'olandese: l'ex Lazio sfiora effettivamente la sfera con una mano, ma l'arto è fisiologicamente piantato a terra dopo aver subito il fallo dell'avversario e, in ogni caso, non c'è alcuna volontarietà nel gesto.

Inizia la ripresa e Badelj viene ammonito per un netto fallo su Biraghi: il croato si scusa con l'esterno nerazzurro. Poi due scelte cervellotiche di Mariani, da sottolineare vista l'evidenza. Prima fischia un fallo contro Lukaku quando invece era stato Pezzella a trattenere pericolosamente la punta in area. Poi altro fischio contro l'attacco nerazzurro – stavolta ai danni di Lautaro – con l'ex Racing travolto letteralmente da Dragowski uscito in modo folle dall'area di rigore. Due decisioni che lasciano basiti. Al 69' giallo per Dalbert, in tackle su D'Ambrosio: dal replay, la sanzione appare eccessiva. Anche Borja Valero finisce sul taccuino dei cattivi: stavolta la sanzione è giusta. Passano due minuti, e anche Lautaro si becca un giallo: l'argentino – lanciato in area – non riesce a sollevare in tempo il piede e colpisce inavvertitamente l'estremo difensore di casa. Ne scaturisce una piccola zuffa con Boateng parecchio esagitato. Poi accade più o meno la stessa situazione tra Vlahovic e D'Ambrosio, con il difensore nerazzurro che riceve una scarpata sul volto: stavolta, nessun giallo. Mah. All'80' Pulgar ferma Brozovic in fallo tattico: giallo anche per lui. La Fiorentina pareggia al 92', Montella viene ammonito al 95' con perdita di tempo conseguente, eppure Mariani - con puntualità svizzera - fischia al 96:00, arrestando una ripartenza molto promettente dell'Inter dopo un corner della Fiorentina. Male.

Sezione: Moviola / Data: Dom 15 dicembre 2019 alle 23:55
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print