La Uefa ha dato un virtuale semaforo verde alla ripresa dei campionati, cancellando le gare delle nazionali in estate e ipotizzando due scenari per la ripresa (LEGGI QUI). La Gazzetta dello Sport prova a immaginare le date esatte per il ritorno al calcio giocato: l'ipotesi più prudente vede la Serie A ricominciare il 6 giugno; quelle più ottimistiche il 20 maggio, il 23 o il 30. Lo scenario più ritardato resta quello della fine di giugno. Possibile che la Uefa tenga presente la data del 3 agosto ultima per terminare le leghe domestiche.

Si andrebbe incontro a un vero e proprio tour-de-force, con partite ogni tre giorni. E le coppe? Più complicato stilare un programma omogeneo a livello europeo per via della pandemia. Due le condizioni necessarie per il ritorno in campo secondo la rosea: che l’emergenza sanitaria sia ovunque superata e che sia permesso viaggiare da un paese all'altro. Restano in piedi due soluzioni: concentrare le partite di Champions ed Europa League anche tra luglio e agosto, senza escludere categoricamente la modifica del format in final eight, oppure partire con i campionati e poi sovrapporre le gare internazionali. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 02 aprile 2020 alle 08:45 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print