Intervistato per il sito ufficiale del Reading, suo nuovo club, George Puscas torna con la mente agli anni in cui fu seguito con particolare interesse dall'Arsenal, la squadra che sembrava sul punto anche di ingaggiarlo prima dell'arrivo dell'Inter: "L'Arsenal mi aveva visto per la prima volta mentre giocavo con la squadra nazionale agli Under 15 o agli Under 16, ma mi seguiva già da due anni prima di quella partita. Sono venuti e hanno guardato quando ho giocato con la squadra della mia città, ho segnato in quella partita e poi mi hanno offerto un provino. All'Arsenal mi trovavo bene, stavo anche facendo bene. Volevo rimanere, ma c'era una situazione un po' troppo stressante per quel che riguarda la mia famiglia. Anche perché nel Regno Unito ci sono leggi diverse relativamente all'ambito familiare".

Da lì, l'approdo in nerazzurro: "L'Inter è uno dei club più grandi al mondo, quindi per me non c'era molta differenza con l'Arsenal. Per me è stata un'ottima opportunità. È stato più difficile spostarmi perché non parlavo italiano, ma in circa 3-4 mesi ho iniziato a capire tutto, anche perché la lingua italiana è simile al rumeno, ma all'inizio è stato un po 'difficile. Alcuni giocatori stranieri parlavano inglese e mi hanno aiutato. Milano è una grande città, ci sono molte cose da fare lì, ma ero giovane, quindi ero concentrato sul calcio, sull'allenamento e sulla scuola. Non avevo la macchina, quindi andavo solo ad allenarmi e giocare. Quando sono arrivato in prima squadra per la prima volta, c'erano troppi ottimi giocatori da ricordare, ma il primo nome che ricordavo era Javier Zanetti. Era una persona così rispettosa con tutti, giovani e anziani. È stato il primo giocatore che mi è venuto in mente, insieme a Rodrigo Palacio, Esteban Cambiasso, vecchi giocatori dell'Inter di quella generazione. Successivamente ho giocato con giocatori più giovani come Fredy Guarin e Mateo Kovacic. Zanetti era così forte, avrebbe aiutato così tanto i giovani giocatori - quando vai nella prima squadra e qualcuno ti dà consigli è importante". 

VIDEO - LAUTARO SCATENATO: TRIPLETTA E RIGORE PROCURATO, 4-0 AL MESSICO

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Gio 12 Settembre 2019 alle 17:31
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print