Il suo gol in rovesciata contro il Pisa ha fatto il giro del mondo. E tutti lo hanno paragonato a quello di Youri Djorkaeff contro la Roma, anche per via del suo passato nerazzurro. "Se mi ha chiamato Djorkaeff? Lui no, ma tanti amici per farmi complimenti, mi hanno mandato il video di quell’Inter-Roma, l’ho visto e rivisto. Non male come paragone, poi ho detto basta, non pensiamoci più. Quel gol non mi basta". Così Riccardo Meggiorini alla Gazzetta dello Sport.

Ovviamente il più bello della sua carriera.
"In realtà lo metto tra i primi tre. C’è quello segnato l’anno scorso sempre al Pisa: semirovesciata su cross di Ghiaccherini e uno con l’Empoli, in rovesciata".

Ha fatto 7 anni di fila in A: spera di tornarci?
"Bisogna sempre avere un obiettivo importante, ma non ho rimpianti, non mi lamento della carriera che ho fatto".

Debutto con l’Inter: toccata e fuga.
"Grazie a Mancini, un’esperienza fondamentale. Poi ho fatto tanta gavetta, giusto così".

VIDEO - MALES, PRIMO CENTRO CON IL BASILEA: E CHE GOL

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Gio 04 marzo 2021 alle 13:30 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print