E' amore a prima vista quello che è sbocciato tra l'Inter e Stefano Sensi, l'uomo del momento in casa nerazzurra. Il corteggiamento del club milanese per l'ex Sassuolo, invece - racconta il Corriere dello Sport - parte da lontano, da una missione di mercato a metà novembre 2015: in quella circostanza, Piero Ausilio e l’allora tecnico Mancini andarono a vedere lui e (e Kessie) in Cesena-Bari. Il ct lo ha poi convocato in Nazionale, ma anche il ds non lo ha perso di vista. Già da gennaio l’agente del calciatore, Giuseppe Riso, lavorava per portarlo alla Pinetina, ma sembrava che il Milan fosse in vantaggio. La prima scelta del ragazzo però è sempre stata l’Inter e, quando Conte lo ha chiesto, la sua dirigenza ha chiuso l’operazione in fretta, con un vero e proprio blitz.

Nel giorno dell’affondo decisivo dell’Inter, l’ad del Sassuolo Carnevali aveva in programma (la sera) un summit con il Milan per portare avanti (e forse chiudere) l’affare, ma la chiamata di Marotta e il successivo incontro nella sede nerazzurra cambiarono le carte in tavola. Sensi è arrivato in prestito oneroso (3 milioni “coperti” dalla cessione del cartellino di Sala) più diritto di riscatto a 25 e altri 5 milioni di bonus, mentre il ragazzo ha firmato un contratto da 1,5 milioni netti a stagione più bonus. 

VIDEO - IBRA NON SFIORISCE MAI: TRIPLETTA, L.A. VINCE 7-2

Sezione: Rassegna / Data: Lun 16 Settembre 2019 alle 08:55
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print