HANDANOVIC 6 - Può davvero poco o nulla sul sinistro piazzato di Eriksen. Peccato, perché il comodo 0-0 che l'Inter stava portando in porto era anche merito della sua sicurezza tra i pali, per quanto di interventi mirabolanti non ne abbia effettuati.

D'AMBROSIO 5,5 - Fa fatica e non poco quando nella sua zona il Tottenham sale con due avversari. Spesso si trova in mezzo, altre volte è costretto a rincorrere. Non riesce a evitare il sinistro in corsa di Eriksen e nel finale costringe Lloris alla respinta.

DE VRIJ 7 - Prestazione maiuscola, sia per senso del posizionamento sia nell'uno contro uno. Anche contro avversari più veloci non si scompone e nel gioco aereo si fa rispettare. Molto bravo in fase di costruzione della manovra, è vittima dell'uscita fuori tempo di Skriniar in occasione del gol. DALL'81' MIRANDA SV.

SKRINIAR 6,5 - Una prova straordinaria sotto tutti i punti di vista viene macchiata da un errore in uscita su Son a 10 minuti dalla fine, che fa saltare gli scivolamenti difensivi e permette a Eriksen di firmare la rete decisiva. Fino a quel momento lo slovacco era stato un'autentica colonna dell'ottima fase difensiva nerazzurra.

ASAMOAH 6,5 - Sempre al suo posto, fronteggia con personalità sia Lamela sia Aurier e non prende mai rischi. Perisic più volte scatta chiedendogli la verticalizzazione ma il ghanese preferisce non forzare la manovra. I compagni sanno sempre dove trovarlo e lui risolve anche un paio di situazioni critiche. Nel finale un suo sinistro ben indirizzato viene respinto prima di insaccarsi.

VECINO 6 - I suoi movimenti a tratti sembrano l'unica fonte offensiva dell'Inter, che cercando di congelare il pallone accelera a singhiozzo. Sganciandosi soprattutto a destra, l'uruguagio prova a smuovere le pedine di Pochettino. Macina chilometri e questo lo priva di lucidità quando ci sarebbe da finalizzare. Prezioso.

BROZOVIC 6 - Quando non incrocia i muscoli di Sissoko riesce a sviluppare il proprio gioco, anche se le verticalizzazioni scarseggiano non necessariamente per colpa sua. Molto impegnato anche nell'inseguimento dell'avversario in ripartenza, rischia un paio di volte il giallo per il classico fallo tattico. Non dà mai per perso un pallone.

POLITANO 5,5 - Spalletti chiede ai compagni di cercarlo puntando sulle sue accelerazioni, che però raramente riesce a produrre. Preferisce più che altro giocarla senza frenesia anche se in qualche circostanza gli spazi per osare ci sarebbero. Nella ripresa mostra qualche guizzo interessante, senza tuttavia riuscire nei propri intenti. DALL'83' KEITA SV.

NAINGGOLAN 5 - Non è chiaro quando abbia iniziato ad avere problemi fisici, di certo sin dall'inizio la sua è stata una delle peggiori prestazioni che memoria possa ricordare. Sempre fuori posizione, tanti errori tecnici e impalpabile nella metà campo del Tottenham dove avrebbe dovuto fare la differenza. DAL 44' BORJA VALERO 7 - Entra e ha sul piede il pallone del possibile vantaggio, ma cincischia e si fa azzannare da Sissoko. Poco importa, nella ripresa inizia a comandare tecnicamente il centrocampo, con giocate d'alta scuola e una serenità paralizzante. Tante idee messe al servizio della squadra.

PERISIC 6 - Vivace al punto giusto, l'aria inglese lo stimola. Quando può cerca l'uno contro uno ma a volte pecca di lucidità. Poco efficace davanti (e dov'è la novità?), si fa apprezzare soprattutto per le rincorse nella propria metà campo e per l'apporto all'equilibrio tattico della squadra. Lloris gli nega un gol da applausi.

ICARDI 6 - Riceve e gioca pochi palloni, ma lo fa con intelligenza, provando sempre a creare i presupposti per l'occasione da gol tra aperture e sponde ai compagni. Gestisce male un contropiede ben orchestrato cercando un assist per nessuno.

ALL. SPALLETTI 6 - Esce sconfitto per l'ottava volta su otto da un campo inglese, e a questo punto gli converrebbe andare a cercare le ragioni oltre l'empirico. Anche perché stavolta la sua squadra proprio non meritava di perdere, perché la cura tattica e la personalità con cui ha affrontato il Tottenham a Wembley avrebbero meritato il risultato positivo. L'uscita anzitempo di Nainggolan gli fa saltare il piano, anche se Borja risponde bene. Forse un pizzico di sfrontatezza in più davanti sarebbe stata utile.


TOTTENHAM: Lloris 6,5, Aurier 6, Alderweireld 6, Vertonghen 5, Davies 6, Sissoko 6,5, Winks 6,5 (dall'87' Dier sv), Lamela 6 (dal 70' Eriksen 7), Alli 5,5, Lucas Moura 5,5 (dal 62' Son 6), Kane 6. All. Pochettino 6,5


ARBITRO: CAKIR 6 - Fischia il giusto e ammonisce solo quando costretto dall'evidenza, valuta da giallo un piede a martello di Lamela su Brozovic che altri avrebbero potuto punire con maggiore severità. Nel complesso non commette errori gravi, solo qualche imprecisione veniale.
ASSISTENTI: Duran 6 - Ongun 6

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - PEDRINHO, IL CORINTHIANS HA TROVATO UN CRAQUE

Sezione: Pagelle / Data: Mer 28 Novembre 2018 alle 22:55
Autore: Fabio Costantino / Twitter: @F79rc
Vedi letture
Print