HANDANOVIC 5,5 - Il tiro secco di Cassata forse sbuca all'ultimo, ma l'intervento dello sloveno è a dir poco imperfetto. Non gli capitano occasioni per riscattarsi.

D'AMBROSIO 7 - La palla che mette sulla testa di Nainggolan vale mezzo voto in più. Più attivo in fase di costruzione che sulla linea difensiva, è attento in copertura e sui palloni sporchi si fa sempre trovare al proprio posto. Gli unici grattacapi arrivano da Beghetto, che si limita a mettere palloni dentro l'area dalla distanza visto che non riesce mai a dribblarlo.

DE VRIJ 6,5 - Finché l'Inter è in controllo del pallone lui deve limitarsi a gestire con tranquillità il pallone. Nulla di più facile per l'olandese. Quando dalle fasce, soprattutto dal piede di Beghetto, iniziano a spiovere cross pericolosi, è la sua testa che emerge fra tutte. Nel finale fa muro e chiude ovunque riesce ad arrivare.

SKRINIAR 6,5 - L'amico Pinamonti cerca inutilmente di stuzzicarlo, lo slovacco neanche se ne accorge e gioca come al solito in scioltezza, permettendosi anche qualche fuga palla al piede. Ha il merito di guadagnare il rigore dello 0-2 costringendo Chibsah a cinturarlo in area e a non perdere la concentrazione quando il Frosinone si gioca il tutto per tutto.

ASAMOAH 6 - Molto coinvolto come sempre nella costruzione della manovra, insolitamente commette errori tecnici che costano palloni persi anche in modo banale. Meglio nella ripresa, almeno fino a quando il Frosinone non aumenta la pressione e lo costringe a un lavoro inedito fino a quel momento.

VECINO 6,5 - Quando ha spazio le sue falcate spaccano in due l'organizzazione tattica del Frosinone. Non è un caso se nasca così la rete di Nainggolan. Potrebbe farsi vedere meglio, invece senza palla tende a rimanere fermo. Prezioso in alcuni inserimenti che allentano la pressione avversaria, decisivo quando avvia e conclude l'azione che stacca la spina del Frosinone.

BORJA VALERO 6,5 - Una camomilla per gli ardori dei padroni di casa. Sin dalle prime battute prende in mano il controllo del gioco e senza alcuna licenza sullo spartito dirige la manovra della squadra. Money in the Bank, con preziosi recuperi in fase difensiva dove non toglie la gamba all'occorrenza. Non benissimo in occasione del gol di Cassata, decisivo pochi minuti dopo. DAL 74' GAGLIARDINI 6 - Perde un pallone che rischia di costare caro, però il suo ingresso in partita è positivo. Ci mette il fisico, copre e sui palloni lanciati dalla trequarti svetta di testa.

POLITANO 6 - Buon momento di forma, è frizzante palla al piede ed è impresa ardua togliergli il pallone. Qualche decisione lascia a desiderare, però si è una spina nel fianco per Beghetto e Capuano. Peccato il gol che si divori al tramonto del primo tempo, anche se Sportiello è strepitoso. Non particolarmente vistoso nella ripresa. DALL'89' JOAO MARIO SV.

NAINGGOLAN 6,5 - Ha detto di essere in debito nei confronti di Spalletti, passa ai fatti al 19' quando inzucca il pallone del vantaggio nerazzurro. Nel complesso potrebbe fare meglio, perché tra imprecisioni tecniche e scelte discutibili non offre il meglio di sé. Certo, avere Chibsah che lo francobolla non è piacevole. Nella ripresa il suo apporto di grinta è fondamentale.

PERISIC 5,5 - L'inizio sembra preludere a una serataccia: fuori posizione, troppi errori di natura tecnica e poca presenza nella manovra se non nel fazzoletto della linea laterale. Il rigore (esecuzione perfetta) nobilita la sua prestazione anche se non la eleva al livello che ci si attende da lui. Nella ripresa riesce a fare anche di peggio e la sostituzione è inevitabile DAL 70' KEITA 6 - Entra in un momento non facile in cui il Frosinone aumenta la pressione e la manovra nerazzurra perde lucidità. Il senegalese è apprezzabile quando gestisce e pulisce alcuni palloni potenzialmente pericolosi.

ICARDI 5,5 - Non particolarmente coinvolto, è la tipica serata in cui i centrali avversari riescono a tenerlo a bada. Bravo a pressare alto dando il via al possibile terzo gol fallito da Politano. Nel finale ci sarebbero spazi per fare male, ma gli manca lucidità quando potrebbe lasciare il segno. Bellissimo l'assist per il taglio di Vecino che chiude il conto.

ALL. SPALLETTI 6,5 - Sapeva che ci sarebbe stato da soffrire, eppure la sua Inter fino al gol dal nulla di Cassata è assoluta padrona del gioco e, anzi, può rammaricarsi per un vantaggio troppo risicato. Se davanti Perisic e Icardi dessero di più anche il tecnico dormirebbe sonni tranquilli, invece gli tocca aspettare la rete di Vecino per rilassarsi. Squadra ben messa in campo, cambi logici e tre punti pesanti in saccoccia.

FROSINONE: Sportiello 6,5, Goldaniga 6, Ariaudo 5,5, Capuano 5,5, Beghetto 6, Paganini 6, Chibsah 6, Valzania 5,5 (dall'82' Maiello sv), Cassata 6,5 (dal 63' Ciano 6), Pinamonti 5,5 (dall'88' Dionisi sv), Ciofani 5,5. All. Baroni 5,5

ARBITRO: MASSA 6,5 - Prestazione solida, qualche sbavatura (grazia dal giallo Nainggolan e De Vrij) ma ottimo intervento sul rigore: il contatto Chibsah-Skriniar non è evidente ma il direttore di gara non lo perde per strada.

ASSISTENTI: Di Liberatore 6 – Fiorito 6

VIDEO - FROSINONE-INTER, LA GIOIA E' NEL FINALE: SOLO VECINO FERMA LA FURIA DI TRAMONTANA

Sezione: Pagelle / Data: Dom 14 Aprile 2019 alle 22:32
Autore: Fabio Costantino / Twitter: @F79rc
Vedi letture
Print