La Francia prepara il suo piano di riforma della Champions League. Confermando le indiscrezioni delle scorse settimane, la Gazzetta dello Sport spiega come la Federcalcio transalpina abbia progettato un format diverso da quello presentato dalla Eca, che però andare incontro alle volontà della stessa associazione dei club senza tuttavia stravolgere il calendario e senza avvicinarsi troppo ad un torneo chiuso in stile Superlega. Il progetto prevederebbe così sei gruppi da sei squadre, con una partecipazione quindi di 36 club rispetto agli attuali 32 nella fase a gironi.

Di queste 36, verrebbero qualificate di diritto otto squadre, ovverosia le semifinaliste di Champions League e pure di Europa League della stagione precedente. Dai campionati nazionali, in base ai piazzamenti in classifica, arriverebbero altre 22 squadre, mentre gli ultimi sei posti sarebbero riservate alle squadre attraverso alcuni turni preliminari. Per quanto riguarda la partecipazione di ogni singola nazione, ogni campionato nazionale potrà portare fino a un massimo di cinque squadre, come avviene già oggi. Il progetto della FFF sarà all’ordine del giorno nella riunione dell’Uefa il prossimo 11 settembre, insieme a proposte alternative su Europa League e anche sulla nuova terza coppa, che partirà ufficialmente dalla stagione 2021/22. 

VIDEO - GABIGOL, ALTRI DUE AL GOIAS: CHI LO FERMA PIU'?

Sezione: News / Data: Lun 15 Luglio 2019 alle 21:54
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print