Prima la salvezza, poi si vedrà. Questo il leitmotiv in casa Atalanta alla vigilia della prima sfida di campionato di Ferrara contro la Spal. La partecipazione alla Champions League non deve stravolgere il focus dei bergamaschi, come ha spiegato in conferenza stampa Gian Piero Gasperini: "Abbiamo ambizioni di salvezza. Poi pensiamo a tutto il resto, condivido in pieno le parole del presidente. Condivido il discorso dell'unità, non è un senso di debolezza. Essere umili non vuol dire non essere ambiziosi. Si riparte da zero, quello che abbiamo fatto lo scorso anno rimane. Siamo arrivati a pari punti con l'Inter, un punto sopra al Milan, tre dalla Roma, sono tutte distanze esigue. Gli obiettivi li cercheremo strada facendo, non possiamo dire adesso di giocare per lo scudetto, per la Champions o per l'Europa League. Dopo otto giornate eravamo terz'ultimi, vuol dire aver superato almeno 11 squadre. In quel momento, ad esempio, ragionavamo da salvezza". Uno sguardo quindi alle rivali: "Aver confermato la squadra dell'anno scorso per noi è sicuramente un vantaggio, perché siamo in grado di affrontare le partite subito con delle conoscenze maggiori. Ritengo che sia un campionato con squadre più forti rispetto all'anno scorso. È un bel segnale per la Serie A. Per noi sarà una grande sfida, perché ripetersi è sempre difficile. Ma noi non dobbiamo partire pensando di ripeterci, ma a ritrovare la stessa voglia di fare risultato, la stessa fame che avevamo nello scorso campionato".

VIDEO - WANDA E MAURO LASCIANO LA FESTA DI LAUTARO: "SI'" SARCASTICO ALLE DOMANDE SU UNA NUOVA AVVENTURA

Sezione: L'avversario / Data: Sab 24 Agosto 2019 alle 19:30
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
Vedi letture
Print