Tante le voci di mercato intorno a Matteo Politano che sembra aver perso qualche posizione nelle gerarchie di Antonio Conte. Nei giorni scorsi si è parlato anche sui giornali di una possibile partenza dell'attaccante romano, che però ha ribadito alle persone a lui vicine, a partire dal suo storico manager Davide Lippi, l'intenzione di non mollare di un centimetro e di restare all'Inter. Con la ferrea convinzione di potersi ritagliare il suo spazio e essere comunque protagonista. Ecco perché - anche qualora arrivassero delle proposte - non c'è a oggi la voglia di ascoltarle.

Il passaggio dal 4-2-3-1 spallettiano al 3-5-2 contiano ha un po' penalizzato l'ex Sassuolo, che ha meno possibilità di impiego. Tradotto: con il tecnico salentino può giocare solo come seconda punta e diventa difficile scalzare uno tra Romelu Lukaku e Lautaro Martinez. Inoltre, la concorrenza sarà ancora più agguerrita quando tornerà a disposizione Alexis Sanchez. Impresa ardua,complicata dalla distorsione alla caviglia proprio in una fase in cui avrebbe potuto trovare più spazio, ma Politano può essere un'arma tattica preziosa a gara in corso come accaduto in quel di Bologna e come Conte sperava accadesse a Dortmund, dove il classe 1993 è stoicamente rimasto in campo nonostante l'infortunio poco dopo il suo ingresso in campo. Ecco perché ha scelto di restare in nerazzurro già in estate, declinando le avance della Fiorentina. Una decisione della quale è rimasto fermamente convinto e che proverà a ribadire ogni volta riuscirà a scendere in campo. Politano si sente importante e vuole continuare a esserlo con la maglia dell'Inter.

Sezione: Esclusive / Data: Ven 8 Novembre 2019 alle 11:19
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print