esclusive

FcIN – Il Tottenham vuole cederlo, ma Eriksen andrà in scadenza. Inter al lavoro, Marotta ha una strategia

FcIN – Il Tottenham vuole cederlo, ma Eriksen andrà in scadenza. Inter al lavoro, Marotta ha una strategia

L'Inter resta in prima fila per Christian Eriksen. Non subito ma per l'estate. Il gioiello danese è in scadenza di contratto con il Tottenham e ha rifiutato la proposta degli Spurs per rinnovare (contratto da 9 milioni netti fino...

Redazione FcInterNews.it

L'Inter resta in prima fila per Christian Eriksen. Non subito ma per l'estate. Il gioiello danese è in scadenza di contratto con il Tottenham e ha rifiutato la proposta degli Spurs per rinnovare (contratto da 9 milioni netti fino al 2024). Un'avventura, quella londinese, che il classe 1992 ritiene conclusa. Il club di Daniel Levy, dal canto suo, punta a cedere già a gennaio il calciatore per evitare di perderlo a parametro zero. Valutazione: 40 milioni di euro. Troppi, per tutti. 

L'unica società a farsi viva per la finestra invernale di calciomercato è stata il Manchester United che ha offerto 20 milioni più il cartellino di Nemanja Matic. Una proposta che però non ha soddisfatto il Tottenham. Difficile al tempo stesso - secondo quanto raccolto da FcInterNews - che il calciatore accetti un trasferimento a gennaio. Troppo ghiotta la possibilità di essere un free agent sul mercato. Le offerte non mancano per giugno e c'è solo l'imbarazzo della scelta, con la volontà del danese di fare un'esperienza fuori dall'Inghilterra. La base d'asta è un quadriennale da 10 milioni annui. 

Il Paris Saint-Germain lo corteggia da tempo così come il Real Madrid. L'Inter si è già mossa in maniera concreta, incontrando venti giorni fa a Milano l'agente del ragazzo, Martin Schoots (LEGGI L'ESCLUSIVA). Il classico colpo a zero Made in Beppe Marotta che alzerebbe il livello della rosa, mantenendo il budget per altri due 'botti' estivi. Una strategia chiara, con Eriksen che gradisce e apprezza il corteggiamento nerazzurro. L'Inter c'è e vuole giocarsi a pieno titolo le sue chance di arrivare al danese, pur sapendo di dover fronteggiare un'agguerrita quanto importante concorrenza internazionale.