Anche lui è stato protagonista di questa strepitosa stagione della Primavera nerazzurra, nonostante la malasorte lo abbia tenuto fermo praticamente per tutta la seconda parte di stagione, troppo tempo. L'Inter ha dedicato anche a lui che non è potuto scendere in campo il successo di Gubbio, ma adesso, però, Matteo Bianchetti, il difensore centrale dell'Inter Primavera, è pronto a ripartire dopo una sosta troppo lunga, per un giocatore che lo stesso Stramaccioni ebbe modo di definire "fortissimo" nel corso di un'intervista ad Inter Channel. FcInterNews.it ha avuto il piacere di ascoltare in esclusiva il capitano dell'Inter (dal quale ha ereditato la fascia Romanò) e della Nazionale Under 19 italiana. Ecco cosa ci ha detto:

Ciao Matteo, innanzitutto grandissimi complimenti per questa stagione fantastica. Dì la verità, ti saresti mai aspettato di poter coronare un'annata simile con la conquista di campionato e Next Generation Series?
"Innanzitutto grazie per i complimenti. Beh, devo dire che è stata una cosa che è maturata nel tempo, all'inizio abbiamo avuto anche qualche difficoltà, però poi il nostro gruppo si è compattato bene e siamo riusciti così ad ottenere questi due grandissimi trionfi".

Purtroppo, è arrivato quest'infortunio muscolare che ti ha tenuto fuori gioco per quasi tutta questa seconda parte della stagione. Adesso come stai?
"Bene, posso dire di avere recuperato al meglio, anche se con il dottor Combi abbiamo deciso di non giocare le Final Eight, per evitare di avere delle ricadute".

E adesso come riparti in vista della prossima stagione?
"Riparto sicuramente molto motivato, sono stato fermo per cinque mesi e ho davvero una gran voglia di giocare".

C'è da dire che i tuoi compagni hanno comunque svolto egregiamente il loro lavoro in tua assenza. Soprattutto Spendlhofer, che ti ha sostituito...
"Sì, Lukas è sicuramente un buonissimo giocatore. Io sono stato sempre molto vicino a lui come a tutti loro, ho fatto il tifo per loro, e alla fine ho gioito con loro".

Cosa ti lascia dunque questa stagione, al di là delle traversie fisiche?
"Sicuramente la reputo un'annata molto positiva, non solo sul piano dei risultati, ma anche sul piano umano. Con tutti i giocatori e gli allenatori ho instaurato davvero un bellissimo rapporto".

A proposito di allenatori, nel corso della stagione siete passati da Stramaccioni a Bernazzani. Che differenze hai notato tra i due?
"Si tratta di due allenatori davvero preparatissimi. Magari hanno dei modi diversi di preparare le partite, ma in entrambi la preparazione era evidente e con entrambi siamo riusciti a vincere due trofei".



E adesso Stramaccioni è atteso dalla sua prima stagione completa alla guida dell'Inter. Credi che cominciando dalla preparazione estiva per lui siano maggiori i rischi o le opportunità?
"Strama è davvero un ottimo tecnico. Sono più che convinto che preparando la stagione dall'inizio saprà fare ancora meglio di quanto ha fatto in questi primi mesi".

Parlando del tuo futuro, quali sono le tue prospettive? Rimarrai all'Inter o andrai a giocare in prestito in un altro club?
"Non so ancora nulla, prossimamente parlerò con la società e col mio procuratore e insieme valuteremo le varie opportunità".

Ma personalmente tu ti vedi ancora all'Inter?
"Devo vedere, sicuramente restare qui all'Inter mi farebbe molto piacere, ma adesso valuterò ogni opportunità".

In conclusione, c'è un giocatore al quale ti ispiri in maniera particolare?
"Parlando di Inter sicuramente Walter Samuel, più in generale Giorgio Chiellini".

 

Ringraziamo Matteo Bianchetti per la cortesia e la disponibilità.

- La riproduzione anche parziale dell'articolo è consentita solo previa citazione della fonte FcInterNews.it. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Sezione: Esclusive / Data: Mar 12 giugno 2012 alle 17:20
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print