Intervenuto dagli studi di Sky Sport 24, il noto giornalista Stefano De Grandis ha messo a confronto dal punto di vista tattico il modulo e il modo di giocare di Antonio Conte e Walter Mazzarri: “Per certi versi Mazzarri si avvicina molto quest’anno a Conte. L’anno scorso il Napoli giocava molto di rimessa, mentre la Juve non lo fa. Quest’anno l’Inter si avvicina molto a questa Juventus che non ha un vero e proprio filtro a centrocampo. La differenza può essere negli esterni. Le ali che vuole Conte sono solitamente molto brave nell’uno contro uno, mentre gli esterni di Mazzarri, solitamente attaccano molto gli spazi. L’Inter si è avvicinata alla Juve proprio in mezzo al campo dove il solo incontrista è Cambiasso, che tra l’altro è molto bloccato e questo aiuta l’equilibrio in fase difensiva.

Differenza con Stramaccioni? Beh innanzitutto l’attacco, perché nella vittoria dell’Inter allo Juventus Stadium c’erano tre attaccanti a cui era affidato il compito di offendere e il resto della squadra chiusa a difesa della propria porta. Con Mazzarri la differenza sarà proprio nel cercare di giocare la sfera con l’intera squadra, e la scelta di Alvarez alle spalle di Palacio va proprio in questa direzione. Jonathan è un giocator diverso per merito dell'allenatore che ha ridato fiducia al ragazzo. Per il centrocampo Taider è preferibile a Kovacic per il dinamismo e l'intensità che sa abbinare in mediana. Kovacic lo puoi schierare se hai intenzione di tenere costantemente il pallino del gioco, ma con la fisicità e la qualità che può schierare a centrocampo la Juventus è preferibile avere una mediana più carica".

Sezione: News / Data: Ven 13 settembre 2013 alle 00:43
Autore: Emanuele Tramacere / Twitter: @tramacema
vedi letture
Print