Pari prezioso conquistato dall'Udinese, contro l'Atalanta, nel match valido per il recupero della decima giornata di Serie A. Un risultato che soddisfa Luca Gotti, tecnico dei friulani, soprattutto per come è maturato: "La prestazione è stata molto di soffferenza e di fatica, cosa a cui ti costringe l'Atalanta. Ho visto un bell'atteggiamento dal punto di vista mentale, siamo stati sempre in partita con la possiiblità di andare sempre a far male a una formazione dominante", commenta ai microfoni di Sky Sport. 

Il rigore non fischiato a Pereyra sull'1-0?
"Quello è il minuto determinante della partita perché poi abbiamo preso gol sul ribaltamento di fronte. Non ho voluto vedere l'episodio, non voglio farmi il sangue cattivo".

Ora subentra serenità in vista dell'Inter grazie a questo punto?
"Io credo di sì, la squadra che ha giocato oggi ha dato una dimostrazione in campo di avere serenità rispetto ai risultati sfuggiti. Davanti a una striscia negativa, nonostante prestazioni buone. Ora non abbiamo tempo di pensare, tra due giorni affronteremo una grande squadra".

Si aspetta un attaccante dal mercato?
"Come non ho riguardato l'episodio del rigore, non sento neanche queste voci". 

Si è sentito sulla graticola?
"Nelle conversazioni con la società non mi sono mai sentito in discussione. Non è facile mettere mano agli episodi, però questa è la direzione che cerchiamo di prendere". 

Sabato c'è l'Inter.
"Ragiono sul fatto che non solo ci hanno messo questa partita a metà settimana, penso per i calendari intasati, ma ci hanno pure anticipato la partita. Abbiamo un giorno per allenarci e poi la partita con l'Inter che ha tutta la settimana libera per aspettarci. Non siamo favoriti da questa contingenza"

VIDEO - L'ENTOURAGE DI LAUTARO IN SEDE: PARLA L'AGENTE BETO YAQUE

Sezione: L'avversario / Data: Mer 20 gennaio 2021 alle 17:37
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print