Non solo il derby maschile, nel fine settimana si disputerà anche quello della Serie A femminileTuttosport ha intervistato per l'occasione la centrocampista nerazzurra Flaminia Simonetti, acquisto estivo della società. "Arriviamo motivate e convinte dei nostri mezzi che non sempre, finora, siamo riuscite ad esprimere al meglio - dice -. Cercheremo di dimostrare il nostro valore, ma non dobbiamo farlo solo nel derby, anche in tutte le altre partite che verranno. Credo che i punti che abbiamo non rispecchino il nostro potenziale, un po’ perché siamo mancate noi e un po’ anche per gli episodi".

Riguardo all'atmosfera del derby e al momento difficile che si sta passando, Simonetti risponde che l'adrenalina si sente ugualmente. "Personalmente sono molto emozionata, perché è il mio primo derby di Milano. Da come me ne hanno parlato le altre ragazze, è una partita molto bella da giocare e anche chi non è del posto riesce a sentirla come chi è di qui. Noi dovremo fare del nostro meglio. Il Milan era già forte l’anno scorso e quest’anno si è rinforzato molto. Dovremo fare qualcosa in più per portare a casa la partita

La centrocampista spiega anche perché ha scelto l'Inter. "È un grande club che ha un progetto solido e serio. Poi a livello personale voglio vedere se in un grande club come questo riesco a fare quel salto di qualità che ancora mi manca. Cosa farò a fine prestito? A oggi non posso rispondere. Qui mi sto trovando veramente bene con tutti, però penso solo a fare del mio meglio giorno dopo giorno, e sono molto contenta della scelta che ho fatto. Per il futuro chissà. Chi vince il derby? Beh, noi. Anche perché prima o poi la fortuna deve girare. Abbiamo avuto un inizio non tanto fortunato e in alcune occasioni ci siamo complicate la vita, per cui prima o poi spero che arrivi un po’ di buona sorte, possibilmente già da questa settimana".

VIDEO - NEL MAROCCO FA TUTTO HAKIMI: CROSS, DRIBBLING, PIAZZATI E ACCELERAZIONI BRUCIANTI CONTRO IL CONGO

Sezione: Inter Femminile / Data: Gio 15 ottobre 2020 alle 19:25
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print