"The striker". Ai microfoni di Inter tv, per la rubrica 'Let me introduce', Elia Pezzini, attaccante classe 2003 dei nerazzurri, si presenta con questo soprannome ai tifosi. "Ho iniziato a giocare a 5 anni, nella squadra del mio paese a San Giovanni in Croce, poi a 10 anni sono passato alla Cremonese dove sono stato 3 anni - racconta -. Poi, un giorno, degli osservatori mi avevano visto in una partita e mi hanno chiesto di venire all'Inter".

Di lui parla anche Giuseppe Gavardi, responsabile scouting dell'Inter: "E' un attaccante anomalo, anche perché non ha solo la finalizzazione come caratteristica ma partecipa anche all'azione. Possiede delle spiccate qualità individuali". 

La parola, infine, passa a Gabriele Bonacina, tecnico dell'Under 16 interista: "In genere si è portati a pensare all'attaccante come un giocatore statico, invece Elia svaria su tutto il fronte e non dà punti di riferimento: questa è una sua caratteristica. In area ha un tiro molto preciso e forte; può migliorare dal punto di vista tecnico e tattico, soprattutto nella gestione della palla lontano dalla porta". 

VIDEO - LA NOTTE DI MADRID: BAYERN-INTER 0-2, SIAMO CAMPIONI D'EUROPA

Sezione: Giovanili / Data: Mer 22 Maggio 2019 alle 22:46
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print