Mauro Zarate ha rilasciato un'intervista a Tyc Sports in cui ha affermato di essersi pentito di alcune decisioni prese in passato. "Mi pento molto di essermene andato da Lazio, West Ham e Fiorentina. Fu un errore andarmene dalla Lazio da idolo". Un trasferimento che lo portò all'Inter, mai citata però nella conversazione.

"Dopo quell'errore - dice ancora Zarate - avevo raggiunto un buon livello al West Ham, ma ho deciso di andarmene perché non mi piaceva la posizione in cui giocavo. La gente mi voleva bene e ho un bel ricordo. Alla Fiorentina mi guadagnai un posto e raggiunsi un ottimo livello. Di lì a poco mia moglie Naty si ammalò e l'allenatore non mi capì molto. Questo mi bloccò e non riuscì a superare la situazione. Sapevo che in tre mesi se ne sarebbe andato e io avevo tre anni ancora di contratto. Non aspettai e me ne andai, molto triste perché non volevo farlo". 

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Lun 30 marzo 2020 alle 18:48
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print