Dopo 49 anni vissuti a difenderne i colori, prima come giocatore poi come dirigente sotto diversi ruoli, domani Uli Hoeness annuncerà il suo addio al Bayern Monaco. La decisione sarà ufficializzata nell'assemblea generale annuale della società. Intanto, il Ceo bavarese Karl-Heinz Rummenigge saluta quella che è stata una figura di riferimento anche per lui nelle sue epoche al Bayern, ricordando anche un aneddoto: "Ho vissuto così tanti momenti speciali con lui che è incredibilmente difficile sceglierne uno. In ogni caso, ho vissuto una situazione insolita quando mi sono trasferito dal Bayern all'Inter nel 1984. All'epoca Uli era manager a Monaco, negoziava per il club e allo stesso tempo mi faceva da consulente alla squadra. A quel tempo, solo pochi giocatori avevano i loro agenti. L'Inter prese un nuovo giocatore, ho vissuto una nuova sfida e il Bayern ha visto azzerarsi tutti i debiti in una volta sola. Il risultato è stato una situazione vantaggiosa per tutti con il mio cambiamento. Già un anno prima avevo ricevuto una grande offerta dall'estero, interessante ma non eccezionale. A 28 anni, volevo un'altra nuova esperienza. Uli mi ha consigliato di annullare dicendomi: 'Se uno ti vuole davvero, paga davvero bene', ha detto. Quando l'Inter ha bussato, ha negoziato molto duramente anche per i miei interessi. Penso che quelle trattative siano state molto importanti per entrambi, perché entrambi abbiamo imparato molto. So che posso sempre contare su di lui"

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Gio 14 Novembre 2019 alle 23:47 / Fonte: Fcbayern.de
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print