Tra le questioni più spinose nell'agenda di Paolo Maldini e Frederic Massara c'è la scadenza di contratto di Hakan Calhanoglu, giugno 2021. Ad oggi non ci sono i presupposti per un rinnovo, perché tra la richiesta dell'agente Gordon Stipic e la disponibilità del Milan c'è molta distanza, visto che il manager ha avviato la discussione partendo da oltre 6 milioni netti, con la speranza di non scendere sotto i 5. Considerando che il turco guadagna 2,5 milioni, sarebbe un balzo non da poco per le finanze rossonere.

Non è un caso, in tal senso, che negli ultimi giorni siano emerse voci su un futuro altrove del calciatore, tra queste anche l'interesse dell'Inter in vista della prossima stagione. In realtà, come di norma in queste situazioni, l'agente sta andando il terreno in giro per l'Europa per capire se ci siano altri club disposti ad assecondarne le richieste economiche. Chiacchierate ci sono già state con il Napoli, la Juventus, il Liverpool, il Bayern Monaco e appunto i nerazzurri.

Tra i club sopra citati, quello potenzialmente più interessato è proprio il Napoli. Nel 4-2-3-1 di Rino Gattuso infatti Calhanoglu sarebbe un tassello molto utile dietro la prima punta, quindi da parametro zero potrebbe essere una ghiotta occasione per il direttore sportivo Cristiano Giuntoli. Per quanto riguarda la Juventus, Fabio Paratici si è limitato al classico "tienici informati", mentre sponda nerazzurra non c'è tutta questa volontà di affondare il colpo, anche perché nel ruolo c'è già Christian Eriksen ed è noto anche ai sassi quanta fatica stia facendo Antonio Conte a integrare il danese nella sua filosofia calcistica che tendenzialmente non prevede il trequartista.

Chiaramente, a Beppe Marotta e Piero Ausilio i parametri zero di qualità sono sempre piaciuti, quindi non può essere escluso a priori in tentativo futuro qualora il Milan non trovasse l'accordo per il rinnovo. Ma ad oggi in pole position per il turco resta il Napoli, anche se i rossoneri restano fiduciosi di trovare un'intesa.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 22 ottobre 2020 alle 21:15
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print