Doveva essere una semplice operazione di mercato, rischia di finire tutto a carte bollate. Tra Inter e Roma ormai è scontro totale: come riporta il Corriere della Sera, il mancato scambio tra Matteo Politano e Leonardo Spinazzola potrebbe avere una coda decisamente velenosa, frutto delle schermaglie estive per il mancato passaggio di Edin Dzeko alla corte di Antonio Conte e per le plusvalenze dei giallorossi realizzate con la collaborazione della Juventus. Il quotidiano milanese ricostruisce come si è sviluppata questa estenuante vicenda: "La contesa sul numero delle presenze o il minutaggio da cui far dipendere l’obbligo di riscatto dei giocatori non solo ha compromesso l’accordo in precedenza raggiunto fra i club ma ha pure indotto la Roma a nuove riflessioni. Ovvero studiare gli estremi di una possibile azione legale. La proposta di scambio di prestiti con obbligo di riscatto fu avanzata dal ds dell’Inter, Piero Ausilio; fu modificata poi dai nerazzurri che, dopo le visite mediche già superate da Spinazzola, chiesero il supplemento di test atletici. Non è un caso che venerdì l’ad Beppe Marotta abbia studiato le contromosse con l’avvocato Cappellini. Morale: Spinazzola ha fatto ritorno a Roma e per Politano da domani si cercherà una nuova sistemazione. La squadra di Paulo Fonseca ora pensa a Xherdan Shaqiri del Liverpool o a Suso (in prestito, formula non gradita dal Milan). I nerazzurri, che hanno accolto Ashley Young accelerano per Victor Moses, di proprietà del Chelsea ma in prestito al Fenerbahçe".

Sezione: Copertina / Data: Ven 17 Gennaio 2020 alle 22:33
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print