Avanti, forse troppo. Poco indietro. Specchietti retrovisori un po' ammaccati, anche sporchi. Dietro non si vede bene e il vagone Oranje guarda solo avanti dimenticandosi che anche alle spalle serve gente da Joga Bonito, anzi... da Voetbal zien. Il calcio olandese dei fenomeni ha sempre avuto uomini da prima pagina, in qualsiasi epoca, in qualsiasi ruolo e con qualsiasi caratteristica, ma se a ridosso dell'area di rigore l'arancione splende come il sole, dietro qualche nube c'è e l'Oranje non è così acceso. Oggi Sneijder, Van Persie, Robben, Kuyt, Van der Vaart e Huntelaar affinano feeling e tattica per replicare il tanto spettacolare quanto sfortunato Mondiale sudafricano, cercando di offrire magie anche in Brasile, ma dietro - tagli definitivi permettendo - la qualità e l'affidabilità non sono le stesse. Se Van Gaal dovesse dargli fiducia, questa potrebbe essere l'occasione della vita per Karim Rekik, difensore del PSV Eindhoven in prestito dal Manchester City. Chiamatelo pure lo voetbal zien della difesa Oranje.

IL MANCIO CI VEDE BENE - Vivavio florido quello del Feyenoord, ne sa qualcosa Roberto Mancini che nel 2011 prende carta e penna, annota la K e la R, chiama capo Mansour e si fa spedire all'Etihad un pacco, un piccolo pacco che non è una presa in giro perché Karim è un vero diamante e di tempo per diventare un regalo da super vetrina ne ha, quanto ne vuole. Centrale di difesa, nasce a Den Haag il 2 dicembre del 1994 da mamma olandese e padre tunisino e in questa stagione ha deciso di vestire il bianco e il rosso del PSV Eindhoven per crescere e farsi le ossa. 

LA PREMIER TI LANCIA, L'ERE TI RI... LANCIA - A piccoli passi nel grande calcio. Rekik conosce il battesimo tra i professionisti tra i top della Premier, ma lo spazio nell'All Star dei Citizens non può che essere relativo, dove in difesa c'è gente come Kompany, Zabaleta e Lescott a dettar legge, a Manchester come nell'intero campionato. Logico passaggio è il prestito per crescere e tornare a vestire più avanti il celeste, ma per essere protagonista perché il debutto in League Cup contro il  Birmingham City entrando al posto di Bridge è solo il kick-off. Opportunità Portsmouth in Football League Championship per il baby oranje che a marzo 2011 lo accoglie in prestito affidandogli una maglia da titolare che conserverà fino alla fine della stagione, dove la retrocessione lascia l'amaro in bocca, anche a Rekik. Ma la crescita passa anche da queste brusche frenate e passaggi no e dopo aver fatto ritorno alla casa madre ecco che il treno della crescita arriva alla seconda fermata chiamata Blackburn, ancora in seconda divisione: questa tappa è meno ricca di risultati per Karim che da dicembre riesce a totalizzare in campionato solamente 5 presenze. 

OLANDA, CASA DOLCE CASA - Sarà per il pubblico amico o semplicemente per l'aria di casa, ma al PSV Karim Rekik compie il grande passo. Phillip Cocu, tecnico dei Boeren, investe su di lui. Non soldi, ovviamente, ma fiducia, e tanta perché nella sola Eredivisie i 'gettoni' sono ben 21 e c'è spazio anche per la soddisfazione del gol che arriva puntuale a dicembre, come una sorta di regalo di Natale, contro il Vitesse. Basta così? Macchè. Le sue orecchie ascoltano anche la musichetta della Champions, mentre Van Gaal, attuale Ct della Nazionale e prossimo condottiero Red Devils in quel di Old Trafford, lo chiama per la prima con i grandi Oranje lo scorso marzo per l'amichevole di lusso contro la Francia, match che coincide con il suo esordio assoluto.

VAN DERALESSANDER NESTA - Eleganza, tecnica, fisico e personalità. Detta così sembra la ricetta perfetta per il vero, nuovo difensore moderno, ma crescita permettendo il giovane di Den Haag ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo... Van der Alessander Nesta. Sì, perché il baby '94 ricorda molto il mito del calcio italiano che ha fatto la storia con Lazio e Milan, una carriera che sarebbe stata ancor più leggendaria senza qualche infortunio di troppo. Rekik ama impostare ed è molto astuto e intelligente tatticamente, doti che in un difensore possono fare la differenza. Un giovane con la testa da grande, questa è la giusta definizione per questo grande prospetto che il City non vede l'ora di lanciare, definitivamente. Forse il derby di Manchester con Van Gaal è già iniziato nel ritiro della Nazionale olandese...

NOME COMPLETO: Karim Rekik
DATA DI NASCITA: 02.12.1994
ETA': 19
ALTEZZA: 186 cm
NAZIONALITA': Paesi Bassi
CLUB DI APPARTENENZA: Manchester City (Premier League) 
IN PRESTITO: PSV Eindhoven (Eredivisie)
RUOLO: Difensore centrale
PIEDE: Sinistro
VALORE DI MERCATO: 2.500.000 €
(dati: transfermarkt)

Sezione: Consigli per gli acquisti / Data: Sab 24 Maggio 2014 alle 00:30
Autore: Francesco Fontana
Vedi letture
Print