Il nuovo... i tre puntini sospensivi spesso valgono tanto e hanno peso importante, forse troppo. Provate a prendere una penna e scrivere tutti i nomi che negli ultimi anni hanno esaltato - o spento - le ambizioni del baby fenomeno che si stava per affacciare al calcio importante, quello sognato da bambino. Probabilmente non basterebbe un articolo dedicato interamente a questa lista di campioni che poi, nella maggior parte dei casi, sono state più maledizioni che benedizioni: Maradona, Van Basten, Ronaldo, Ronaldinho, Baggio e... puntini puntini e puntini (tanto per rimanere in tema). Ma Lucas Domingues Piazon prova a rispondere andando controcorrente: anche lui è stato accolto nel calcio che conta con il paragone del caso perché il suo nuovo precede 'Kakà', l'attuale leggenda del Milan che ha accompagnato la crescita di questo ragazzo del 1994 diventato grande con il mito (o paragone?) del numero 22 rossonero. Intanto Lucas offre spettacolo in Eredivisie con il giallo e il nero del Vitesse che gli stanno molto bene, ma il blue del Chelsea potrebbe andargli ancora meglio...

UN BABY GIROVAGO CON LA PASSIONE DEL FUTBOL DE SALON - Nato a San Paolo il 20 gennaio del 1994, l'ottima situazione economica della famiglia permettono a Lucas di portare avanti contemporaneamente sia la carriera calcistica che il percorso scolastico. A livello di settore giovanile il ragazzo cambia ben tre squadre, anche se le prime magie si vedono già a 8 anni, quando veste la maglia del Paraná. In questo periodo Piazon mostra un certo interesse nei confronti di uno sport che in Brasile ha sempre fatto tendenza, il futsal, o semplicemente 'calcio a cinque'. Successivamente arriva il tesseramento per il Coritibia, ma è in questo momento che i genitori giocano un ruolo importante nella sua carriera: infatti arriva l'Atletico Paranaense proprio per volere di Antonio Carlos Piazon e Marizabel Domingues. Il tempo passa e da bambino Piazon diventa adolescente e a 14 anni arriva la terza tappa della sua carriera giovanile: sulle orme di Kakà è tempo di San Paolo. 

MANCHESTER, CHE RICORDI - La città inglese nel 2008 è stata la prima vera vetrina per questo joga bonito che con la maglia rossobianconera approda a 'Old Trafford' per la Manchester United Premier Cup dopo aver trascinato i compagni durante le qualficazioni brasiliane. Piazon piega proprio i padroni di casa Red Devils nel girone eliminatorio, per poi alzare la coppa di questo importantissimo torneo giovanile dopo la finale vinta contro il Werder Brema.

... MA 'STAMFORD BRIDGE' CHIAMA - Il Chelsea si innamora di questo trequartista con la faccia da bravo ragazzo e nell'estate del 2011 il numero uno Blues Roman Abramovič stacca un assegno da 5 milioni di sterline, con altri bonus legati a varie clausole. Inizialmente il suo talento emerge tra le squadre 'Riserve', il ragazzo è ancora giovane e il debutto con la prima squadra sarebbe stato possibile solo dopo aver compiuto il 18esimo anno d'età, con la conseguente possibilità di ottenere il permesso di lavoro necessario in terra britannica.

TAPPE LONDINESI - Aggregato con la squadra 'Riserve' Lucas segna la sua prima rete in maglia Chelsea contro l'Arsenal e nel maggio del 2012 arriva la consacrazione nella FA Youth Cup contro il Blackburn. I Blues rinnovano il contratto del baby brasiliano fino al 2017, la classe assoluta è evidente e gradualmente arrivano le prime convocazioni con la prima squadra, anche se il debutto con i 'grandi' tarda ad arrivare, nonostante il prestigioso riconoscimento come Miglior talento del Chelsea nel 2012. Anche l'ormai ex tecnico Roberto Di Matteo si accorge di lui decidendo così di inserirlo nella rosa per il ritiro americano negli USA ed è proprio in terra americana che Lucas comincia a farsi vedere, seppur in gare amichevoli. Ma squadre come Paris Saint-Germain prima e Milan poi sono esami importanti e Piazon non sbaglia. Il debutto ufficiale è una logica conseguenza ed ecco che il primo 'gettone' è datato settembre '12 in occasione nel match di Carling Cup contro il Wolverhampton vinto con un rotondo 6-0. Anche la Coppa di Lega attende il 'battesimo' di Lucas che scende in campo anche contro il Manchester United. Il momento più importante, però, è l'esordio in Premier League: il Chelsea distrugge l'Aston Villa con un clamoroso 8-0 e Piazon entra a pochi minuti dal termine sostituendo Juan Mata (oggi allo United) risultando, almeno parzialmente, decisivo con l'assist per Ramires. Peccato per il rigore non trasformato che avrebbe reso ancor più memorabile la prima partita tra i big della Premier.

ARNHEM, PASSANDO PER MALAGA - La Liga aspetta Piazon che approda nel massimo campionato spagnolo nel gennaio del 2013 per maturare e fare esperienza con la maglia del Malaga. In prestito secco fino al termine della stagione, Lucas totalizza 14 partite con il club biancoazzurro per un 'bottino', tutto sommato, buono per un classe '94. Il Chelsea decide successivamente di girarlo nuovamente in prestito, questa volta in Olanda, dove il Vitesse lo aspetta a braccia aperte. Nella Eredivisie Lucas disputa una stagione da incorniciare con ben 29 presenze, 11 goal e 8 assist, con 2106 minuti giocati.

SELECAO - Non è ancora arrivata la chiamata da parte del commissario tecnico Luiz Felipe Scolari, ma c'è da scommettere che Piazon sarà uno dei punti fermi dei Pentacampeões a partire dall'immediato post Mondiale. La carriera nelle varie selezioni giovanili parla da sola, con 22 presenze tra Under-15 e Under-17.

UN PO' KAKA', UN PO'... PIAZON - Sembra tutto 'apparecchiato': Kakà lo aspetta alla tavola dei campioni per consegnare al talento di San Paolo le chiavi per diventare il suo erede designato. La carattetistica che lo accomuna maggiormente al rossonero è quella della progressione palla al piede, dote che da anni contraddistingue l'ex Pallone d'Oro e che Lucas sta perfezionando sempre di più. Tecnica e tiro sono dalla sua parte, anche se per un centrocampista offensivo con le sue qualità qualche gol in più sarebbe lecito attenderlo. Considerando la struttura fisica del ragazzo qualche chilo in più potrebbe aiutarlo, ma questo discorso, in fin dei conti, lascia il tempo che trova perché la sua velocità è dettata probabilmente proprio dalla sua costituzione. Le qualità ci sono e Piazon vuole affermarsi in futuro anche in Premier League dopo aver fatto così bene sia nel massimo campionato spagnolo che in quello olandese. Il ragazzo con il viso da gentiluomo c'è, Mourinho e il Chelsea intero lo aspettano.

NOME COMPLETO: Lucas Piazón
DATA DI NASCITA: 20.01.1994
ETA': 20
ALTEZZA: 182 cm
NAZIONALITA': Brasile-Italia
CLUB DI APPARTENENZA: Vitesse Arnhem (Eredivisie) - In prestito dal Chelsea
RUOLO: Centrocampista offensivo
PIEDE: Destro
VALORE DI MERCATO: 7.000.000 €
(dati: transfermarkt)

© foto di VI-Images
Le magie di Lucas Piazon
Sezione: Consigli per gli acquisti / Data: Sab 10 Maggio 2014 alle 00:30
Autore: Francesco Fontana
Vedi letture
Print