L’11 maggio di 17 anni fa l’Inter entra nella storia, ancora una volta. Infatti gli uomini di Giampiero Marini, tecnico che in quella stagione subentrò a Osvaldo Bagnoli, esonerato nel febbraio 1994, conquistarono seconda Coppa Uefa della storia, che riscattò una stagione quasi tragica che poteva finire con la Serie B, scampata all’ultima giornata. L’Inter europea però era di un altro livello: nei quarti fece fuori il Borussia Dortmund, battuto per 3-1 in Germania con la doppietta di Jonk e il gol di Shalimov. In semifinale, i nerazzurri regolano il Cagliari con un 3-0 a Milano, dopo il 2-3 in trasferta.

In finale doppio 1-0 sul Casinò Saliburgo, con gol di Berti all’andata e Jonk al ritorno, in una gara da cardiopalma, con occasioni da una parte e dell’altra, con pali e traverse colpite, ma con un Inter indomita e con un Walter Zenga festante che non se ne fregava nulla del futuro. Quella fu la sua ultima gara nerazzurra. Il ‘Canto del Cigno’ perfetto per un vecchio cuore interista come Walter.

Il gol di Jonk e la festa nerazzurra
Sezione: Accadde Oggi / Data: Mer 11 maggio 2011 alle 12:07
Autore: Redazione FcInterNews
vedi letture
Print