"Ultimamente mi sono posto delle domande sulle recenti mosse di mercato dell'Inter.Dopo anni fatti di calciomercati perfetti anche l'inter ha commesso molti errori.Quest'estate non ha comprsto nessuno,o meglio nessuno da Inter: infatti Coutinho e Biabiany erano già stati acquistati in precedenza e Castellazzi è soltanto un rincalzo,che però ha avuto molte occasioni di giocare, senza però dimostrare mai di meritarsi veramente un posto da titolare.Il calciomercato estivo dell'Inter è stato all'insegna del risparmio:per pochi milioni sono saltati affari importanti come quelli di Cavani, Mascherano e Kuyt. Durante il girone di andata,in cui l'inter è stata afflitta da numerosi infortuni, sono state messe in risalto le lacune della rosa interista.È stato sfatato il luogo comune dell'inter che ha una rosa infinita: spesso hanno giocato anche giocatori della primavera.Appena è arrivato il mercato di riparazione,l'inter è sembrata un'altra società sul mercato.Ha comprato la seconda metà di Ranocchia per una decina di milioni(anche se si parla di Destro incluso nello scambio) come se non fosse niente e si parla di un interessamento per Sanchez, giocatore molto utile,che costerebbe una ventina di milioni di euro.In tutto l'inter spenderebbe 30 milioni per un giocatore e mezzo. Alla faccia del fair play finanziario di cui si parlava in estate. Per carità, Ranocchia e Sanchez sono due acquisti utilissimi per l'inter anche in chiave futura,ma l'incoerenza della società è stata spaventosa.Come mai l'inter ha commesso tutti questi errori di mercato? Secondo me una possibile causa è stata il licenziamento di Lele Oriali,grandissima bandiera interista,nonchè ottimo dirigente.I tifosi nerazzuri si stanno mobilitando per convincere la società a tornare indietro e a far ritornare il grande Lele. Su un gruppo su facebook (http://www.facebook.com/home.php?sk=group_170439026314506&ap=1) sono già oltre tremila.Potrebbe essere questa una soluzione per migliorare i mercati interisti?"



Thomas

Sezione: Visti da Voi / Data: Dom 09 gennaio 2011 alle 11:59
Autore: Redazione FcInterNews
vedi letture
Print