HANDANOVIC 5,5 - Spiazzato sul rigore da Candreva, riesce solo a sfiorare il tocco ravvicinato ma non imparabile di Keita. Nel secondo tempo è quasi inoperoso e deve parare solo su Jankto.

SKRINIAR 5,5 - Propositivo e aggressivo al punto giusto, sfiora anche il gol del vantaggio nell'azione che porta al rigore fallito. Però si fa bruciare dall'ex compagno di squadra Keita in occasione dello 0-2. (Dall'81' D'AMBROSIO sv - Entra nel finale per appoggiare la manovra offensiva e subisce un'entrataccia ai limiti del rosso sul ginocchio da parte di Leris).

DE VRIJ 6,5 - La Samp attacca poco, per lo più di rimessa. Per tutto il primo tempo fa quello che deve e non ha colpe specifiche sui gol. Segna il gol che riapre la contesa su calcio d'angolo incornando a dovere.

BASTONI 5,5 - Come Skriniar, paga il fatto di farsi saltare nell'azione dello 0-2: nel suo caso è Damsgaard che lo elude a campo aperto prima di piazzare l'assist vincente. Ha la palla del possibile 2-2 proprio all'ultimo respiro, ma non colpisce bene.

HAKIMI 6,5 - Innescato più del solito, con la sua grande velocità mette in seria difficoltà Augello. Gran palla per Lautaro, che sfiora la rete sul finire della prima frazione. Cresce nel secondo tempo quando diventa un fattore.

BARELLA 6 - Lui giura che il pallone gli caramboli prima sul volto, per Valeri è solo mano: rigore per la Samp. Al di là dell'episodio, molto vivo in mezzo al campo e certamente tra i più ispirati. Esce stremato nel finale. (Dall'83' VIDAL sv).

BROZOVIC 6 - Addomestica anche palloni difficili su un campo infame e si fa apprezzare per un paio di recuperi decisivi. Fa girare la squadra nel secondo tempo, andando anche a supporto degli attaccanti sempre più numerosi.

GAGLIARDINI 5,5 - Copre più zolle di campo possibili sul centro-sinistra e cerca anche l'iniziativa personale quando ne ha la possibilità, ma la qualità non è un optional. Poco incisivo, esce per una punta. (Dal 62' LUKAKU 6 - Entra nella mezzora finale e per poco non insacca di testa: gran parata di Audero).

YOUNG 5,5 - Clamoroso il palo che colpisce da 5 metri dopo la parata di Audero sul rigore di Sanchez. Alterna ottime idee ad altre meno. Quello che gli manca è soprattutto la continuità nel puntare il diretto avversario. Esce nell'intervallo. (Dal 46' PERISIC 5 - Apprezzabile per l'impegno, meno per la precisione: sbaglia una quantità industriale di traversoni. Fallisce il 2-2 con un colpo di testa tutto solo nel cuore dell'area).

SANCHEZ 5,5 - Per giocare, gioca. E fa anche giocare gli altri. Magari eccede con qualche ricamo, però catalizza la manovra ed è grazie ai suoi movimenti se l'Inter crea al cospetto di una difesa parecchio munita. Paga il rigore fallito che avrebbe dato diverso sapore alla sua prestazione e a quella della squadra. (Dal 70' ERIKSEN 5 - A sorpresa, Conte gli concede una chance. Ha la palla del 2-2 su piazzato dal limite ma colpisce inopinatamente la barriera).

LAUTARO 5,5 - Pronti via, appare molto ispirato. Il dialogo con Sanchez funziona anche nello stretto. Proprio a fine primo tempo sfiora il gol che riaprirebbe il match. Nel secondo tempo, però, si fa risucchiare dalla morsa blucerchiata e non si vede più.

ALL. CONTE 6 - Andare al riposo sul punteggio di 0-2 è un qualcosa di molto singolare per chi ha visto la partita, ma il calcio è anche questo: chi sbaglia, paga. Le idee sono corrette, in campo la squadra risponde, eppure per 45 minuti gira tutto storto. Nel secondo tempo decide di dare una opportunità ancora a Eriksen, ma il danese non svolta. Il campo pesante, evidentemente, gli sconsiglia di puntare su Sensi.

SAMPDORIA: Audero 8; Yoshida 6, Tonelli 6 (68' Bereszynski 6), Colley 6, Augello 5,5; Candreva 6, Thorsby 6, Adrien Silva 6 (75' Leris 5), Jankto 6 (75' Askildsen 5,5); Damsgaard 6,5; Keita 6,5 (92' La Gumina sv). All. Ranieri 7.

ARIBTRO: VALERI 5 - Si perde tutto quello che si può perdere per un tempo intero e viene salvato dall'assistenza precisa del Var Chiffi. Da rivedere la gestione dei cartellini, chirurgica con gli ospiti e di manica larga con i locali. Nel finale, non sanziona in modo adeguato l'entrata killer di Leris su D'Ambrosio che ci rimette un ginocchio.

ASSISTENTI: Passeri 6 - Vivenzi 6. VAR: Chiffi 7.

Sezione: Pagelle / Data: Mer 06 gennaio 2021 alle 17:04
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print