Ai microfoni di Metropolitan Magazine, l'ex attaccante del Bari Vitali Kutuzov ha ricordato il periodo vissuto in biancorosso alle dipendenze di Antonio Conte e Gian Piero Ventura, che il bielorusso definisce "due maestri. Hanno età diverse e mentalità diverse ma sono molto vicini come idea di gioco e in quegli anni erano l’avanguardia del calcio italiano. Ognuno dei due mi ha insegnato molto. Ventura aveva più esperienza come allenatore ma mister Conte ha un’esperienza da calciatore unica così come i suoi metodi di lavoro. A Bari con lui lavoravamo tantissimo ma raccoglievamo i frutti, sapevo che lavorando così la domenica non ci prendeva nessuno. Quando è andato via mister Conte mi è dispiaciuto tantissimo perché avevo trovato davvero una sincronia con il mister e con i collaboratori. Quell’estate ero preoccupato per il nuovo allenatore, ma quando è arrivato Ventura sapevo con sicurezza cosa potevamo fare in serie A con lui, sulla base di quanto aveva già fatto mister Conte". 

VIDEO - ACCADDE OGGI - 27/11/2002: POKER AL NEWCASTLE, RECOBA CHIUDE CON UN COLPO STRABILIANTE

Sezione: News / Data: Ven 27 novembre 2020 alle 19:38
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print