Intervistato da Sky Sport al termine del match perso per 3-0 contro l’Inter, il tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi analizza così la partita dei neroverdi: “Giornata storta? Siamo caduti dopo nove partite, abbiamo preso i primi due gol in maniera brutta per noi, siamo stati molli e poco concentrati. Chiaramente se prendi due gol così contro l’Inter diventa dura, poi l’Inter oggi stava bene. Il fatto di cadere non ci deve far perdere l’entusiasmo, stiamo cercando di alzare un po’ l’asticella e capita di perdere. Il quarto posto? Se noi fissiamo un obiettivo sbagliamo, sorpassare le prime sette vuol dire che una di loro buca e che noi facciamo tutte le cose perfette. Capita di trovare degli alti e bassi visto che stai crescendo, è un discorso globale che parte da tutti. Non dobbiamo neanche fasciarci troppo la testa, per diventare grandi o cercare di farlo capita di cadere, soprattutto quando trovi le grande squadre. Capitano queste giornate, a me ne sono capitate già parecchie”.

È mancato il coraggio? “Intraprendenza sì, coraggio non credo: a volte abbiamo pressato fin troppo alto, come nel terzo gol come quando abbiamo perso un contrasto. Djuricic e Raspadori non sono ancora al meglio, ma per noi sono determinanti. I tanti palloni persi? Chiriches si è fatto intercettare la palla e poteva passare da Ferrari per andare da Rogerio. Andare sotto dopo 13 minuti di due reti ha indirizzato la partita”, ha concluso.

VIDEO - TANTI AUGURI A... - "SPILLO" ALTOBELLI, PUNGENTE COME UN GOL

Sezione: L'avversario / Data: Sab 28 novembre 2020 alle 17:30
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print