Giuseppe Iachini, nel post partita di Inter-Fiorentina, ha parlato ai microfoni di Dazn: “Noi siamo venuti a disputare questa partita con la mentalità giusta, giocando per provare a fare gol e ci siamo riusciti in diverse occasioni, ma non è stato abbastanza. Se poi all’Inter lasci qualche sbavatura è capace di punirti, avendo tanti elementi di livello. Abbiamo poi subito gol in modo rocambolesco e siamo comunque riusciti a portarci sul 3-2. Avremmo potuto aumentare il vantaggio, abbiamo perso con grande rammarico. Un vantaggio ci sarebbe comunque stato stretto per quanto creato, è un peccato questo risultato. I cambi? Per quanto riguarda Bonaventura è arrivato senza preparazione, il fatto di poterlo schierare è per fargli acquisire la giusta condizione che ancora non ha raggiunto. Situazione simile per Chiesa, Ribery alla fine era molto stanco. Sono stati cambi dettati dalla fatica accumulata, dobbiamo acquisire maggiore brillantezza fisica. Kouamé? Abbiamo tre attaccanti tutti molto giovani, fra i 20 e i 21 anni, dobbiamo valutare di volta in volta. Un po’ di inesperienza in avanti va preventivata, oggi ho scelto Kouamé dal momento che l’ho visto più in forma; non dimentichiamoci del fatto che è ancora in fase di recupero dal grave infortunio, dobbiamo comunque far crescere anche gli altri e portarli a una forma ottimale. L’obiettivo è farli crescere. Vogliamo vincere le partite e ci servono più pronti possibile. L’errore di Vlahovic? È un peccato, ha pagato un poco dazio a livello psicologico e questo non deve accadere. Sbagliare è comprensibile, ma non ci si deve deconcentrare, nessuno è infallibile. Sono passaggi di crescita di elementi molto giovani e in qualche circostanza non veniamo premiati come forse meriteremmo”.

VIDEO - "DANILONE, SEMPRE LUI!". E TRAMONTANA MANDA IN TILT IL TELEVISORE

Sezione: L'avversario / Data: Sab 26 settembre 2020 alle 23:22 / Fonte: dazn
Autore: Stefano Carnevale Schianca / Twitter: @SchiancaStefano
Vedi letture
Print