Marc Cucurella, difensore del Getafe, analizza in conferenza la partita di mercoledì sera contro l'Inter, che vale l'accesso ai quarti di finale di Europa League: "Contro l'Inter possiamo fare qualcosa di storico. Penso che queste settimane siano state utili per riposare, liberare le nostre menti e preparare bene la partita, dopo un finale di stagione così serrato. Ognuno di noi è arrivato in un momento diverso, quindi daremo tutto per provare a superare questa eliminatoria. La partita di mercoledì prossimo è una finale. In gara secca diventa difficile contro di noi: in partite simili siamo forti, l'abbiamo dimostrato. Sarà difficile, ovviamente, perché l'Inter è una grande squadra, ma proveremo a combattere con le nostre armi.  Eliminare un'altra grande favorita dopo l'Ajax sarebbe fantastico, è un passo avanti che ci farebbe guadagnare rispetto da parte di ogni avversario. Ma a noi conviene essere sfavoriti in questo tipo di partite".

Cucurella spiega anche che valenza avrebbe il passaggio del turno per la sua squadra: "Eliminando l'Inter ci toglieremmo anche una spina, perché agli occhi dei tifosi riscatteremmo, almeno in parte, il nostro finale di campionato non positivo. E' stato doloroso ritrovarsi fuori dall'Europa dopo essere stati a lungo nelle posizioni che contano. Ora un po' di riposo ci ha fatto bene, e battere l'Inter ci farebbe tornare tutto l'entusiasmo. Se riusciremo a giocare il nostro calcio mostreremo le nostre qualità e non dovremo certo temere l'Inter", riporta l'Ansa. Uno sguardo anche al tabellone del torneo: "Ci sono buone squadre come il Manchester United, a noi è toccata un'altra squadra tosta. Approfitteremo dei nostri punti di forza, abbiamo dimostrato contro l'Ajax e le squadre ai primi tre posti della Liga che possiamo rendere le cose difficili a tutti. Ora dobbiamo rispolverare quei piccoli dettagli che non ci hanno fatto vincere le partite di campionato". 

Sezione: L'avversario / Data: Lun 03 agosto 2020 alle 13:58
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print