Finita 1-2 la gara del pomeriggio tra Inter e Bologna, con i rossoblu che si portano a -1 dal Verona, prossimo avversario dei nerazzurri e si avvicina all'Europa. Scivolano le ambizioni di ripresa dell'Inter di Conte che non sfrutta il passo falso della Lazio e mantiene invariata la distanza dai biancocelesti e lascia all'Atalanta una ghiotta occasione di recuperare terreno. A commentare il risultato a fine partita è Musa Juwara che ai microfoni di Dazn dice: "Per prima cosa devo ringraziare il mister perché mi ha fatto giocare in una partita come questa contro l'Inter, quindi ringrazio lui. Il mio primo gol in Serie A, lo dedico alla mia famiglia e al mio procuratore e a tutti quelli che mi hanno aiutato ad arrivare qua. Non pensavo che sarei entrato così, magari non contro l'Inter in quel momento. Però il mister mi ha dato fiducia e ringrazio lui perché sono giovane, ho diciotto anni. È un grande sogno per me".

Chi è il tuo idolo?
"Il mio idolo è da sempre Hazard perché tifavo Chelsea, ma anche Musa Barrow".

Cosa vi ha detto il mister nel primo tempo?
"Vuole che giochiamo senza pressioni e paure e che teniamo la palla, lui non molla mai. Ci ha detto che se avessimo fatto gol avremmo vinto questa partita, quindi abbiamo fatto come ci ha detto. Grande Mister".

Sezione: L'avversario / Data: Dom 05 luglio 2020 alle 19:27
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print