La Serie A femminile conoscerà il proprio destino soltanto il prossimo 8 giugno in occasione del Consiglio Federale. La riunione tenutasi oggi fra le dodici squadre del nostro campionato e il presidente della Divisione Calcio Femminile Ludovica Mantovani, riporta Tutto Mercato Web, non ha infatti portato a una decisione definitiva in merito alla ripartenza del campionato nonostante la Figc abbia stanziato proprio oggi 700mila euro per i club per sostenere le spese legate al protocollo sanitario e all'organizzazione delle ultime sei giornate di campionato. Dall'altra parte c'è però da considerare l'opposizione espressa ieri dai medici sociali che considerano inapplicabile il protocollo attuale. La posizione dei club non è univoca con chi spinge per il ritorno in campo per decidere i verdetti. e chi invece vuole fermarsi cristallizzando la classifica. Nei prossimi giorni si cercherà un accordo che soddisfi tutti, con l'eventuale ripresa del campionato fissata a metà luglio.

La stessa Mantovani ha affermato a fine assemblea: "Abbiamo ascoltato la posizione delle 12 società, che risultano estremamente articolate e differenti tra loro. La Federazione, consapevole delle difficoltà, ha confermato il proprio impegno e un supporto concreto ai club; si è trattato di un confronto aperto sugli scenari di un’eventuale ripartenza approfondendo tutte le tematiche di carattere sportivo, organizzativo, legale e naturalmente sanitario. Alla luce di quanto emerso, con molta responsabilità, sarà mia premura relazionare il presidente federale - intervenuto oggi per i saluti istituzionali - per metterlo in condizione di fare la sua proposta nel corso del Consiglio Federale di lunedì prossimo”.

VIDEO - CAVANI, L'ALLENAMENTO È PARTICOLARE: VA A TAGLIARE L'ERBA NEI CAMPI

Sezione: Inter Femminile / Data: Ven 05 giugno 2020 alle 01:30
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print