Torna a casa Gloria Marinelli, attaccante dell'Inter Women, accolta come una star dagli studenti dell'Itis 'Leonardo Marinelli' di Agnone, in provincia di Isernia, dove lei stessa è stata studentessa e dove si è recata durante il ritiro di Castel di Sangro della Nazionale di Milena Bertolini. Nulla ha fatto la calciatrice nerazzurra per nascondere la sua emozione: "Scusate le mie lacrime, ma sono davvero emozionata nel tornare in questa scuola. Quello che voglio dirvi è, sicuramente, tenete alla scuola e allo studio, ma soprattutto credere fortemente nei vostri sogni, coltivateli, contro tutto e tutti se è necessario, perché solo così potranno realizzarsi".

Gloria racconta anche come è diventata calciatrice: "Ho iniziato a giocare al calcio qui ad Agnone, all’oratorio, nei campi cittadini, con la mister Alessia che mi convinse ad andare agli allenamenti. Giocavo con i maschietti e ovviamente ero la più forte. Poi a 14 anni quel “sì” che mi ha portato a giocare a Perugia e che mi ha cambiato la vita. E’ incominciata con quel “sì” sofferto, perché significava andare via di casa, ed ero una ragazzina, la mia carriera nel mondo del calcio ad alti livelli. Mia sorella mi ha aiutato in quella scelta difficile, appoggiata poi da tutta la mia famiglia. Perugia, Chieti, poi il balzo all’Inter e ora il sogno della Nazionale. Ricordo il giorno che mi è arrivata la chiamata per la convocazione, ho pianto di gioia come una bambina". 

VIDEO - DELIRIO TRAMONTANA AL GOL DI BARELLA!

Sezione: Inter Femminile / Data: Lun 11 Novembre 2019 alle 22:10 / Fonte: L'Eco dell'Alto Molise
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print